La salute di Evenepoel è fondamentale, il Giro prosegue con un nuovo leader

La salute di Evenepoel è fondamentale, il Giro prosegue con un nuovo leader

Soudal – Quick-Step non ha voluto correre rischi con la salute di Remco Evenepoel. Lo staff medico della squadra ciclistica belga ha quindi preso la decisione di ritirare dal Giro d’Italia la maglia rosa. Anche se un ciclista con un test corona positivo non è obbligato a interrompere una gara ciclistica. “Non sai mai cosa succede sotto la pelle. Non è un lavoro dalle nove alle cinque. Nessun rischio”, ha twittato il direttore sportivo Patrick Lefevere.

Evenepoel è salito in macchina lunedì per tornare a casa da Cesena. Nella tarda serata di domenica, poche ore dopo la vittoria nella cronometro, ha annunciato che avrebbe dovuto lasciare il Giro a causa di un test corona positivo. Il 23enne campione del mondo ha riconquistato la maglia rosa di leader con la vittoria nella nona tappa. “È con il cuore pesante che devo annunciare che lascio il Giro d’Italia a causa del Covid-19 dopo un controllo di routine che purtroppo si è rivelato positivo. Ancora molto orgoglioso di venire via con due vittorie di tappa e quattro maglie rosa”, ha detto.

Il portavoce di Soudal ha detto lunedì all’emittente belga Sporza, quando Evenepoel se n’è andato, che nulla era cambiato nella sua situazione. “Remco ha il Covid e sta tornando a casa. Gli altri corridori della squadra mantengono la rotta. Era un test standard che facevamo prima del giorno di riposo. Lo facciamo sempre, non è che abbiamo fatto il test perché c’erano dei sintomi. Non ce n’era nessuno”. Secondo il portavoce, anche il medico della squadra non aveva dubbi. “Crediamo che questo sia il meglio per tutti nella nostra squadra e in questa gara”.

READ  Sanaa Akroud dona organi alla scienza

Lo ha spiegato ai media italiani il direttore di gara Mauro Vegni La Gazzetta dello Sport spiega che non esiste un protocollo al Giro d’Italia perché la pandemia di corona è finita. Ha detto che stavano prendendo provvedimenti. “Stiamo reintroducendo alcune restrizioni. Ciò riguarda, tra l’altro, l’obbligo di indossare la mascherina nella zona di contatto delle persone con i corridori, alla partenza e all’arrivo.

A causa della perdita di Evenepoel, il britannico Geraint Thomas della Ineos-Grenadiers è il nuovo leader della classifica generale. A due secondi di distacco è risalito lo sloveno Primoz Roglic della Jumbo-Visma. Il Giro ha avuto un giorno di riposo lunedì e prosegue questo martedì con una tappa collinare da Scandiano a Viareggio di oltre 196 chilometri. (NRC, ANP)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *