“Lasciate che insegnanti e operatori sanitari lavorino più a lungo”

“Lasciate che insegnanti e operatori sanitari lavorino più a lungo”

Per garantire che in futuro ci siano abbastanza insegnanti, operatori sanitari e personale della difesa, il governo deve a breve termine incoraggiare i lavoratori a lavorare con orari più lunghi. Questo è ciò che consigliano datori di lavoro, dipendenti ed esperti, riuniti all’interno del Consiglio economico e sociale (SER).

“Se vogliamo mantenere le strutture pubbliche a norma, dovremo lavorare di più insieme”, afferma l’economista Bas ter Weel, erede membro della SER. Dice che il governo deve assicurarsi che più lavoro venga effettivamente ripagato tagliando le tasse. Inoltre, dovrebbero esserci più opzioni per l’assistenza all’infanzia.

“Spetta sempre alle persone decidere quanto lavorare, ma sappiamo che incoraggiando e stimolando le persone sono pronte a lavorare di più”, spiega Ter Weel.

Grandi ambizioni

Il gabinetto vuole presentare un piano quest’estate per affrontare le carenze nel settore pubblico. In previsione di ciò, la SER emetterà un avviso in cui delineerà i problemi che accompagnano i disavanzi.

Secondo la SER, ad esempio, la carenza di insegnanti comporta un calo del rendimento scolastico dei bambini. Inoltre, sarà difficile per il governo realizzare le elevate ambizioni in materia di clima e alloggi se la carenza persiste.

Al fine di ridurre rapidamente i problemi, è particolarmente consigliabile far lavorare più persone e far lavorare più ore a chi già sta lavorando.

cura dei bambini

Gli insegnanti e gli operatori sanitari, in particolare, lavorano relativamente spesso a tempo parziale e alcuni vorrebbero lavorare di più, afferma il consiglio. “Spesso il prolungamento del contratto non è un argomento di discussione, perché l’idea è che il dipendente o il datore di lavoro non lo vogliano”.

READ  Scetticismo sull'impegno di Rutte per l'afflusso di asilo

Le opzioni di assistenza all’infanzia devono essere ampliate per consentire alle persone di lavorare con orari più lunghi, sebbene la SER avverta che le opzioni sono limitate a causa della carenza di personale di assistenza all’infanzia. Nei prossimi dieci anni, questo settore avrà bisogno di 50.000 dipendenti in più.

Inoltre, si fa riferimento al potenziale lavorativo non sfruttato di 1,3 milioni di persone nei Paesi Bassi che vogliono lavorare più ore o che sono attualmente disoccupate. Il governo dovrebbe anche cercare di riportare al lavoro più pensionati. “Questo gruppo di anziani vitali aumenterà notevolmente negli anni a venire”.

Più contratti a tempo indeterminato

Abbastanza sorprendentemente, l’orientamento è alquanto vago quando si tratta di lavoratori migranti. L’Unione Europea vuole facilitare l’attrazione di migranti extra UE. La SER scrive che i migranti possono essere una soluzione, ma vuole esplorare in quali settori possono essere utilizzati per consigli di follow-up. Tuttavia, è consigliabile aiutare i titolari di status a trovare lavoro più rapidamente.

A lungo termine, la SER raccomanda di rendere più attraente il lavoro, ad esempio nella sanità e nell’istruzione, in particolare riducendo la pressione normativa. Il consiglio è anche di lavorare di più con contratti a tempo indeterminato e il governo dovrebbe concentrarsi maggiormente sulla diversità per diventare più attraente come datore di lavoro.

Il governo dovrebbe anche cercare di schierare persone che già lavorano in modo più efficiente, ad esempio attraverso la digitalizzazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *