Le aziende energetiche trarranno vantaggio dai massimali di prezzo?  ‘I libri devono essere aperti’ |  ADESSO

Le aziende energetiche trarranno vantaggio dai massimali di prezzo? ‘I libri devono essere aperti’ | ADESSO

Il price cap abbasserà significativamente le bollette energetiche da gennaio, ma garantirà anche che miliardi di euro di entrate fiscali vengano trasferiti alle società energetiche. Il supervisore ACM deve assicurarsi che le aziende non realizzino profitti irragionevoli, ma nessuno sa esattamente come funziona. La Camera dei Rappresentanti teme che i miliardi non finiscano bene.

La sorpresa è stata palpabile quando l’ACM è venuto alla Camera dei Rappresentanti la scorsa settimana per spiegare il quadro per i profitti delle società energetiche. Il watchdog deve garantire che le aziende mantengano non più di un margine di profitto “ragionevole”, ma non può dire cosa sia ragionevole. È classificato.

Se è noto quale profitto è considerato ragionevole, tutte le aziende realizzeranno quel profitto massimo, secondo l’ACM. Poi i prezzi salgono ancora di più. Per questo anche il Ministero dell’Economia e del Clima non sa quale profitto ritenga ragionevole il regolatore.

“Wow”, ha risposto il deputato dell’SP Renske Leijten. Teme che stia andando fuori controllo che i miliardi di euro in sussidi energetici finiscano davvero nel posto giusto. “L’ACM ci chiede di fidarci di loro con i loro occhi azzurri. Non lo faccio”, ha detto a NU.nl.

La corte è critica

La supervisione delle autorità di regolamentazione è ora disponibile solo se le società energetiche vanno in tribunale. All’inizio di quest’anno, il Trade and Industry Appeals Tribunal si è nuovamente pronunciato in una causa tra ACM ed Essent. Secondo il regolatore, Essent aveva chiesto prezzi dell’elettricità troppo alti nel 2018.

Ma la corte ha fortemente criticato il modello segreto di ACM. L’autorità di regolamentazione può utilizzare questo modello solo per segnalare quando le aziende potrebbero addebitare prezzi troppo alti. ACM non può imporre una riduzione del tasso con il solo “riferimento a un modello di valutazione (segreto)”, pertanto il tribunale.

READ  FrieslandCampina non riesce a vendere Friso - Notizie FrieslandCampina

Paura dei prezzi alti

Eppure questo modello è ora l’arma principale del governo per prevenire profitti eccessivi da parte delle compagnie energetiche. Martedì, la Camera dei rappresentanti ha approvato diverse mozioni chiedendo al gabinetto di monitorare più da vicino i fornitori. Non è ancora chiaro se e come verrà rafforzato il monitoraggio delle società energetiche se verranno introdotti dei price cap.

Da sinistra a destra, i partiti politici temono che i fornitori possano impossessarsi del price cap per ottenere maggiori profitti. I consumatori saranno molto meno colpiti il ​​prossimo anno se i prezzi di elettricità e gas saranno alti: il governo pagherà comunque per qualsiasi cosa al di sopra del prezzo massimo. I consumatori sentiranno il prezzo pieno dell’energia solo se consumano più di 1.200 metri cubi di gas e 2.900 kWh di elettricità.

Il governo dovrà guardare da vicino i libri contabili delle società energetiche per evitare che i soldi dei contribuenti vadano male, afferma l’economista energetico Machiel Mulder dell’Università di Groningen. “Non abbiamo più concorrenza. I consumatori hanno un prezzo garantito e i fornitori vengono rimborsati per i costi aggiuntivi”.

“C’è il rischio che trasferiamo diversi miliardi di soldi in più delle tasse”, pensa il deputato indipendente Pieter Omtzigt. “Le compagnie energetiche devono aprire tutti i libri.”

Come funziona il limite di prezzo

  • Dal 1° gennaio si applicano le tariffe energetiche massime: 1,45 euro per metro cubo di gas (fino a 1.200 metri cubi) e 40 centesimi per chilowattora (fino a 2.900 kWh).
  • Il governo trasferisce denaro alle compagnie energetiche in anticipo. Devono usare questo denaro per pagare la differenza tra il prezzo di mercato e il prezzo massimo.
  • Solo allora viene verificato se tutto il denaro trasferito è arrivato al consumatore e se il fornitore applica tariffe ragionevoli.
  • I costi complessivi del price cap sono molto incerti, a causa delle forti oscillazioni dei prezzi di mercato di gas ed elettricità. Il governo prevede costi compresi tra 10 e 40 miliardi di euro nel 2023.
READ  D66 si presenta come il custode della democrazia: applausi alla perdita del FvD | Interno

Acquisto costoso

I limiti di prezzo eliminano anche l’incentivo per le società energetiche ad acquistare in modo competitivo. “Una società che non acquista correttamente verrà semplicemente rimborsata”, afferma Mulder. Il governo deve quindi pagare per la strategia di approvvigionamento sbagliata. Sotto il tetto dei prezzi, sarà difficile organizzare le aziende su questo, pensa il professore.

Secondo il vice del VVD Silvio Erkens, il governo dovrebbe comunque provare a farlo. Vuole che il dipartimento determini quali sono i prezzi di acquisto ragionevoli. Se le aziende hanno pagato troppo, devono pagarsi da sole. “Devi sempre mantenere un incentivo, quindi acquistano in modo efficace”.

Un portavoce del ministro dell’Energia Rob Jetten ha affermato che il lavoro è ancora in corso per sviluppare ulteriormente il limite di prezzo. Il ministero sta anche valutando come funzionerà la supervisione di miliardi di pagamenti alle compagnie energetiche. Maggiori informazioni in merito dovrebbero essere annunciate nelle prossime settimane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *