Lo sciopero dei treni provoca confusione e frustrazione per i turisti a Schiphol |  ADESSO

Lo sciopero dei treni provoca confusione e frustrazione per i turisti a Schiphol | ADESSO

Lo sciopero dei treni alle ferrovie olandesi di venerdì sta dando mal di testa a molti viaggiatori internazionali. All’aeroporto di Schiphol, i dipendenti di NS che stanno ancora lavorando ricevono molte domande sulle restanti opzioni per viaggiare attraverso i Paesi Bassi. I tassisti ora stanno raccogliendo i frutti.

I sindacati FNV, CNV e VVMC organizzeranno venerdì scioperi regionali nell’ovest e nel nord-ovest del Paese. A scopo precauzionale, la NS ha interrotto il traffico ferroviario attraverso i Paesi Bassi. Solo i treni circolano ancora tra Utrecht e Schiphol, con una fermata ad Amsterdam-Sud.

Questo confonde i viaggiatori internazionali all’aeroporto nazionale. Una turista argentina dice che deve andare a Groningen per far visita al suo ragazzo. Non sa come arrivarci ora che non ci sono più treni. “Forse in taxi, ma non so quanto costa”, dice l’argentino.

Poco più in là, un impiegato in uniforme del NS informa due giovani backpackers che la loro unica opzione per raggiungere la loro destinazione è il taxi. “Costa intorno ai 400 o 500 euro, ma è l’unica opzione”, spiega.

Una coppia dello stato americano della California che deve recarsi ad Amsterdam è più fortunata. Hanno sempre la possibilità di prendere l’autobus e proseguire con il tram. “E noi siamo sindacalisti, quindi lo sosteniamo. Qualunque cosa chiedano, speriamo che ottengano ciò che vogliono”, ride la donna.

“Non sapevo nulla degli scioperi”

A Schiphol è bloccato anche un viaggiatore turco che deve andare ad Amburgo. “Sono arrivato ieri ad Amsterdam per una vacanza, non sapevo nulla degli scioperi. Avrei voluto maggiori informazioni”, dice.

Spera di prendere un autobus a lunga percorrenza da Schiphol ad Amburgo. Il sito dell’operatore di autobus FlixBus mostra chiaramente che più persone hanno questa idea. Quasi tutti i viaggi per la città portuale sono al completo, solo pochi posti sono disponibili la sera. “Forse dovrei prenotare un volo se non funziona.”

READ  MG si prepara a sbarcare in Europa

Alla stazione dei taxi di Schiphol si sta ora formando una lunga fila. Un coordinatore taxi deve deludere un viaggiatore appena arrivato che vuole raggiungere L’Aia. Dice che nessun taxi va lì.

Una donna pugliese sta cercando un taxi qui sotto per arrivare ad Amsterdam, dove salirà a bordo di una nave da crociera. “Ma la nostra prima esperienza qui è negativa. Avevamo prenotato un taxi, ma non si è fatto vivo”, dice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *