Marocco e Paesi Bassi firmano un accordo

Marocco e Paesi Bassi firmano un accordo

21 giugno 2023 – 22:09 – Marocco


©

Il primo ministro marocchino Aziz Akhannouch e il primo ministro olandese Mark Rutte hanno firmato mercoledì un memorandum d’intesa e un accordo di partenariato per lo sviluppo di progetti di idrogeno verde a Rabat.

L’idrogeno verde è stato al centro della visita del primo ministro olandese Mark Rutte in Marocco. Mercoledì 21 giugno ha incontrato il primo ministro Akhannouch per accelerare lo sviluppo di progetti di idrogeno verde. Un memorandum d’intesa e un accordo di partenariato sono stati firmati dal ministro dell’Economia Nadia Fettah e dal ministro delle finanze Leila Benali per la transizione energetica. La cerimonia è avvenuta dopo una tavola rotonda sull’idrogeno verde, scrive l’agenzia di stampa CARTA GEOGRAFICA.

Leggi anche: Mark Rutte in Marocco: gli olandesi marocchini chiedono una conversazione sui diritti umani

In questa occasione i due capi di governo hanno anche salutato l’amicizia tra Marocco e Olanda. “Entrambe le parti hanno espresso la loro soddisfazione per la qualità delle secolari relazioni amichevoli tra il Regno del Marocco e il Regno dei Paesi Bassi, che esistono da più di quattro secoli. Accolgono con favore l’attuale dinamismo delle relazioni bilaterali, favorevole all’instaurazione di una partnership strategica tra i due regni”, si legge in una dichiarazione del gabinetto di Aziz Akhannouch.

Rutte e Akhannouch hanno anche discusso del comunicato congiunto tra Marocco e Paesi Bassi adottato a Marrakech nel maggio 2022. Tale comunicato costituisce una tabella di marcia per la cooperazione bilaterale e ribadisce la volontà condivisa di mantenere un dialogo politico permanente a tutti i livelli e lavorare per rafforzare l’economia, la società e cooperazione culturale. “A questo proposito, il Capo del Governo ha espresso la gratitudine del Marocco per l’atteggiamento positivo e costruttivo del Regno dei Paesi Bassi in merito alla questione dell’integrità territoriale del Regno, estendendo gli sforzi dell’Inviato del Segretario Generale sostiene il Nazioni Unite e ritiene che il piano di autonomia presentato dal Marocco nel 2007 sia un contributo serio e credibile al processo politico guidato dalle Nazioni Unite.

READ  Le estati secche stanno arrivando 30 anni prima del previsto: cosa sta succedendo? | clima

Leggi anche: Il primo ministro olandese Rutte in visita ufficiale in Marocco questa settimana

In campo economico, le due parti hanno sottolineato la necessità di individuare nuove opportunità di cooperazione in aree di interesse comune, stabilire un quadro strategico per la cooperazione economica, promuovere gli investimenti e rafforzare gli scambi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *