La Cina invia più missioni sulla luna dopo la scoperta di minerali

La Cina invia più missioni sulla luna dopo la scoperta di minerali

La CNSA, l’equivalente cinese della NASA americana, è stata approvata per almeno tre missioni spaziali come parte del suo programma lunare. Il annuncio arriva il giorno dopo che Pechino ha annunciato la scoperta di nuovo materiale lunare nei campioni inviati da Missione lunare Chang’e-5 è stato preso.

Secondo i media statali cinesi, è un cristallo colonnare trasparente incolore che si ritiene contenga elio-3. È un elemento che si dice sia una futura fonte di energia.

Negli ultimi anni, la Cina ha mostrato crescenti ambizioni nei viaggi spaziali. Il paese non solo vuole inviare sonde spaziali sulla luna, ma le costruisce anche propria stazione spaziale.

trova l’acqua

Il programma di esplorazione lunare cinese è iniziato nel 2004. Tre anni dopo, è stata lanciata la prima navicella spaziale. Prende il nome dalla dea lunare cinese, il programma Chang’e attualmente si concentra sulla raccolta di campioni dalla superficie lunare.

Il programma Chang’e-7 si concentrerà sul polo sud della luna, una regione che gli scienziati ritengono sia il posto migliore per trovare l’acqua. La NASA punta anche a questa parte della luna.

Marte e miniere spaziali

Anche la Cina ha messo gli occhi su a missione su marte. La NASA ha già un rover su Marte sul Pianeta Rosso e vuole più astronauti in questo decennio metti la luna.

Sia la Cina che gli Stati Uniti tengono d’occhio le risorse minerarie della Luna e si prevede che l’estrazione spaziale sarà un’altra fonte di tensione tra le superpotenze economiche.

READ  La base no-Covid dei ricercatori italiani in Antartide - Terra & Poli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *