Maserati GranTurismo Targa, tra futuro e tradizione – Mondo Auto

Maserati MC20 ha lasciato molte voci senza parole, grazie alle sue linee che uniscono tradizione e modernità, dare vita a un modello che indubbiamente progetta il tridente in una nuova era, anche grazie a un motore che si preannuncia come una svolta per tutto ciò che uscirà dallo stabilimento di Modena negli anni a venire. Un nuovo corso quindi e un linguaggio stilistico che sta per influenzare i modelli della casa automobilistica italiana.

Maserati in abbonamento, il Tridente in Leasys CarCloud

C’è però chi non vuole mettersi subito tutto alle spalle, credendo ancora fermamente nei tratti stilistici che hanno caratterizzato Maserati negli ultimi anni. Da qui il progetto di Samuele Errico Piccarini, che grazie al suo talento ha dato vita Maserati GranTurismo Targa, una concept car che immagina in modo rivoluzionario quella che potrebbe essere la prossima generazione del famoso modello Trident. Lusso e sportività si incontrano, celebrando anche la tradizione del marchio italiano.

Il concept Maserati GranTurismo Targa è motore anteriore, così come l’attuale generazione ma ha un cappuccio allungato e particolarmente pronunciato, con pozzetto che trova necessariamente il suo posto più indietro nel corpo. Eredita poi il cosiddetto “tetto galleggiante” della Maserati 5000GT, con i cristalli che avvolgono completamente entrambi i sedili. La GT può quindi essere adattata alle esigenze di guida “all’aria aperta” grazie alla copertura facilmente asportabile.

Maserati, il motore MC20 spiegato su YouTube

Anche sul davanti spicca la griglia aggressiva che include una grande griglia e un set di fari a LED sottili con luci di marcia diurna semicircolari. Sul retro spicca l’esclusiva firma ottica, con una barra luminosa a LED che occupa l’intera coda da un passaruota all’altro. Poco sotto un elemento a sbalzo che ospita i due grandi scarichi. Per facilitare l’accesso al bagagliaio della GranTurismo Targa, è presente una copertura in vetro apribile.

READ  Vale assolutamente la pena provare la torta umida all'uvetta pronta in 30 minuti

Foto: Samuele Errico Piccarini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *