Mattia Binotto e Charles Leclerc ridono di false informazioni dall’Italia: “Niente di vero”

Mattia Binotto e Charles Leclerc ridono di false informazioni dall’Italia: “Niente di vero”



Ewan Gale e Brian van Hinthum


Charles Leclerc e Mattia Binotto si sono fatti una bella risata per le false notizie che hanno letto sui media italiani. Secondo quanto riferito nella folle patria della Ferrari, le due parti del team Ferrari si sono trovate in una spaccatura dopo il Gran Premio di Gran Bretagna, ma non è completamente vero.

Una cosa che sappiamo per certo è che la gara di Silverstone ha lasciato un frustrato Leclerc dopo che il monegasco ha manomesso il muretto dei box della Ferrari che è passato da un’eventuale vittoria al quarto posto. La sua squadra non ha superato Leclerc, ma ha optato per Sainz quando si è verificata una situazione di safety car dopo il ritiro di Esteban Ocon. Con i risultati, lo spagnolo è ormai molto vicino al monegasco nella battaglia per il titolo mondiale e sta producendo storie.

Tante risate con Leclerc

I media italiani hanno quindi riferito che dopo la gara di Silverstone si era formata una spaccatura tra i due lati del box Ferrari. Assolutamente falso, crede Ferrari. Binotto sarebbe anche volato a Monte-Carlo per una calda parola con Leclerc. “Incontro i piloti dopo ogni gara per discutere della situazione. Charles era a Monaco tra le due gare ed era semplicemente la strada più semplice da percorrere. Abbiamo cenato insieme e abbiamo riso leggendo i giornali. Sapevamo che ciò che era scritto era completamente errato “, ha detto il capo della squadra Binotto.

Deluso dai media

Inoltre, secondo quanto riferito, il lato Leclerc del garage si è rifiutato di partecipare alle celebrazioni per la vittoria di Sainz, hanno scritto i giornali. “Non era vero. Quando l’ho sentito e letto sono rimasto sbalordito e ho dovuto controllarlo. A volte non si sa mai e forse mi sono perso qualcosa. Ho controllato e non era affatto vero. Quindi ho detto “Io Sono sorpreso e deluso nel leggere che sono successe cose che non corrispondono alla verità. Tutta la squadra faceva il tifo per Carlos. Nessun problema”, conclude.

READ  50° Scania per Roelofs Transport • TTM.nl

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *