Musk offre ai dipendenti Tesla una scelta: lavorare in ufficio o cercare un altro lavoro |  ADESSO

Musk offre ai dipendenti Tesla una scelta: lavorare in ufficio o cercare un altro lavoro | ADESSO

Il CEO di Tesla Elon Musk ha inviato ai suoi dipendenti un’e-mail dicendo loro di lavorare in ufficio o di lasciare l’azienda per almeno 40 ore a settimana. Il testo è stato condiviso su Twitter e non è stato confermato da Tesla o Musk, ma lui ha risposto a uno dei tweet.

La maggior parte delle aziende tecnologiche statunitensi ha optato negli ultimi mesi per consentire ai propri dipendenti di scegliere se lavorare da casa o in ufficio. Ad Alphabet, la società madre di Google, piace di più quando il personale è in ufficio, ma non ne ricava molto. Chiunque lavori su Twitter può lavorare da casa a tempo pieno.

Musk adotta un approccio diverso. Secondo quanto riferito, mercoledì il CEO di Tesla ha inviato al suo staff un’e-mail con l’obbligo di venire a lavorare in ufficio. “Chiunque ami lavorare da casa dovrebbe lavorare almeno (e in realtà intendo almeno) quaranta ore a settimana in ufficio o lasciare l’azienda”, ha scritto. “È meno di quello che ci aspettiamo dai nostri operai.”

L’amministratore delegato aggiunge che vuole vedere se si può fare un’eccezione per le persone che davvero non possono lavorare in ufficio.

Musk e Tesla devono ancora confermare il contenuto dell’e-mail, ma il miliardario ha risposto a uno dei tweet. Il tweeter ha chiesto se voleva dire qualcosa alle persone che pensano che lavorare in ufficio non sia aggiornato. “Dovrebbero fingere di lavorare da qualche altra parte”, ha risposto Musk.

La politica del lavoro da casa di Tesla è quindi in netto contrasto con quella di Twitter, il social network di cui Musk vuole diventare il nuovo proprietario. Gli restano 44 miliardi di euro per l’azienda, ma ha ancora qualche ostacolo da superare. Non è quindi ancora certo se l’accordo andrà in porto e se lo staff di Twitter debba temere la stessa sorte.

READ  Nuotare è ancora sconsigliato nonostante il caldo, chiama il 112 se vedi un bambino in macchina rovente | interno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *