Napoli-Lazio 5-2, gol e highlights: doppietta Insigne, Politano, Mertens e Osimhen

Sartiame 7 ‘. e 53 ‘Insigne (N), 12’ Politano (N), 65 ‘Mertens (N), 70’ Immobile (L), 74 ‘Milinkovic Savic (L), 80’ Osimhen (N)

NAPOLI (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Manolas (72 ‘Rrahmani), Koulibaly Hysaj; Fabian, Bakayoko (88 ‘Lobotka); Politano (72 ‘Lozano), Zielinski (82’ Elmas), Distintivo; Mertens (72 ‘Osimhen). Tutto. Gattuso

LAZIO (3-5-2): Reina; Marusic, Acerbi, Radu; Lazzari, Milinkovic-Savic (83 ‘Akpa Akpro), Leiva (58’ Cataldi), Luis Alberto (65 ‘Pereira), Fares (65’ Lulic); Correa, Palazzina (83 ‘Muriqi). Tutto. S. Inzaghi (sulla panchina Farris)

Ammoniti: Milinkovic Savic, Manolas, Lucas, Fabian Ruiz, Mertens, Immobile, Pereira

Quasi come se fosse una finale. Questo è stato l’atteggiamento del Napoli che è sceso a Maradona per affrontare la Lazio nell’importantissimo scontro per proseguire il cammino verso un posto in Champions League. La squadra di Gattuso ha dato il meglio di sé demolendo la squadra di Inzaghi (sulla panchina Farris) dopo una partita ricca di emozioni, grandi gol e tanta qualità. La Lazio ha fatto la sua parte cercando, anche in difficoltà, di buttare il cuore nell’ostacolo, dando vita, nella ripresa, a un tentativo di rimonta che ha acceso l’ultima parte di una partita fino ad ora, in punteggio, ad una prerogativa esclusiva. . da Napoli. La squadra di Gattuso vince 5-2 e la marcia prosegue verso il quarto posto, posizionandosi a a soli due punti da Atalanta e Juve.

Quanto alle scelte formative, Gattuso ancora una volta propone Mertens dal 1 ‘, in difesa Hysaj e non Mario Rui e dà sostanza al centrocampo con Bakayoko e Fabien. La Lazio risponde con la solita coppia d’attacco Proprietà-Correa e recuperare Luis Alberto. Partita molto intensa dal Napoli che sblocca il match al 7 ‘ grazie a una penalità (concesso dopo “ esame sul campo ” per fallo di Milinkovic su Manolas) e trasformato da Insigne. Neanche il tempo di riorganizzare le idee e al 12 ‘la Lazio arretra di due gol: Doppiaggio napoletano firmato Politano. La partita sembra chiusa e invece la Lazio prova a segnare Correa colpisce il palo. Nell’ultima parte del primo tempo le squadre riprendono fiato e si abbassano i ritmi con il Napoli al timone.

READ  Juve, Morata è diventato uomo a Torino. E con Pirlo

Ad inizio ripresa è prevista la reazione della Lazio, ma il Napoli torna in forze. Insignia disegna una parabola perfetta che batte Reina sul secondo post. La squadra di Inzaghi sente il colpo e non reagisce, il Napoli domina e Zielinski rende sontuosa la sua partita con un bel assist per Mertens che mette palla all’angolo dei pali: 4-0 tutto è finito? Certamente no. La Lazio, anche se in difficoltà, continua a lottare e Immobile trova il gol del 4-1. Dopo 4 ‘ una punizione di Milinkovic Savic si infila nell’angolo dei pali aiutato dalla traversa. La rimonta sembra essere iniziata, ma i cambiamenti stanno facendo la differenza. Lozano e Osimhen, entrato nel secondo tempo, chiude il gol del 5-2 con il nigeriano che lancia una palla di fuoco inarrestabile alle spalle di Reina. Questa volta è davvero finita, il Napoli vince e torna al quarto posto “mangiando” anche tre punti a Milano, secondo, che fa solo tre punti. Per la Lazio, che deve recuperare una partita, a -6 dal quarto posto tutto si complica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *