NASA Insight, il lander risparmia energia per affrontare l’inverno e la polvere

Anche per il lander Insight di NASA ora è il momento di affrontare l’inverno e la polvere, ha affermato nei giorni scorsi l’agenzia spaziale. Il problema principale con veicoli come Insight è lo stesso che ha afflitto Opportunity, il rover della NASA che, dopo le tempeste di sabbia, è stato dichiarata irrecuperabile all’inizio del 2019.

Non siamo assolutamente a questi livelli e, sebbene la sonda termica talpa ha completato la sua missione, Insight gode ancora di ottima salute, ma la NASA ha correttamente preso alcune precauzioni per affrontare il rigido inverno marziano.

Il problema principale è nell’intensa quantità di sabbia e polvere che è aumentata con la nuova stagione, questa si è depositata sui pannelli solari che ricaricano le batterie di Insight e le permettono di alimentarla. Da un lato la potenza di ricarica offerta dal Sole in questo periodo è minore, dall’altro la quantità di polvere accumulata è diminuita la capacità di produzione di energia, che rappresenta solo il 27% del suo potenziale normale. In alcuni casi sono proprio i diavoli di sabbia (vortici d’aria che si formano anche nei deserti di terra) a ripulire i pannelli, questo è successo in passato con Spirit e Opportunity, ma non è successo. Ancora prodotto con Insight e quindi è stato ha deciso di preparare il lander in uno modalità energetica più conservativaalmeno fino all’arrivo della nuova stagione.

C’è un altro fatto di cui essere consapevoli, che è che la stagione più ventosa è appena terminata, quindi è difficile presumere che i pannelli saranno in grado di pulirsi da soli nei mesi a venire. A questo proposito, ha affermato Chuck Scott, project manager JPL InSight della NASA.

READ  Dati memorizzati nel genoma dei batteri viventi, un approccio rivoluzionario che va oltre il DNA

La quantità di energia disponibile nei prossimi mesi dipenderà dalle condizioni meteorologiche. Come parte della nostra pianificazione estesa della missione, abbiamo sviluppato una strategia operativa per mantenere InSight al sicuro durante l’inverno in modo che possa riprendere le operazioni scientifiche con l’aumentare dell’intensità solare.

Marte si sta attualmente dirigendo verso questa fase orbitale chiamata afelio, che è il punto in cui è più lontano dal Sole. Una volta che Marte inizierà ad avvicinarsi di nuovo al Sole, la quantità di luce solare disponibile per il rover aumenterà, il che aumenterà la potenza. . ricarica. Ciò avverrà non prima del luglio 2021, dopodiché la NASA potrà accendere più strumenti e riprendere le normali operazioni, ma per ora l’obiettivo è ridurre al minimo le operazioni per preservare la delicata strumentazione. Nelle prossime settimane, il team di InSight selezionerà quali strumenti spegnere ogni giorno, dando la priorità ai riscaldatori e ad alcune attività ad alta intensità energetica, come le comunicazioni radio. Per ora le previsioni indicano che Insight dovrebbe essere in grado di sopravvivere indenne all’inverno, ma la risposta definitiva sarà solo nei prossimi mesi.

Va ricordato, tuttavia, che gli obiettivi iniziali della missione sono stati ampiamente superati e che la proroga di ulteriori 2 anni (fino al 2022) è già un fatto positivo. La NASA avrà molto da fare nei prossimi giorni, ve lo ricordiamo infatti Il rover Perseverance concluderà giovedì il suo lungo viaggio su Marte e seguiremo l’evento con una trasmissione in diretta, ma vi offriremo maggiori dettagli in merito nei prossimi giorni.

READ  Libby Osgood, scienziata della NASA diventata suora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *