Perseverance della NASA e le nuove immagini in arrivo da Marte che mostrano le fasi dell’atterraggio

Poche ore fa (la sera del 18 febbraio, ora italiana), lui rover Perseveranza della NASA atterrato con successo marzo. È l’inizio di una nuova missione che cercherà le tracce della vita passata all’interno del cratere Jezero e imparerà di più sul Pianeta Rosso. IL “7 minuti di terrore” sono stati sopraffatti dalla pianificazione “Svizzera”. Le sorprese sono arrivate pochi minuti dopo con l’arrivo delle prime due immagini.

Nuove immagini di Marte dalla Perseverance della NASA

Il NASA voleva deliziare tutti i fan (anche se ovviamente ci sono ragioni tecniche), con nuove immagini la notte scorsa, pubblicato in una conferenza stampa. Cosa potremmo vedere? Tantissimo, considerando quanto poco è successo! All’inizio della prossima settimana ci sarà il primo video con audio (grazie ai due microfoni) dell’atterraggio mentre tra poche ore dovrebbe essere disponibile la prima immagine ripresa dalle attuali telecamere. “sulla testa” del rover.

Di Perseveranza della NASA prima di tutto abbiamo potuto goderci la discesa con il paracadute schierato e ancora parte della copertura grazie all’esperienza della telecamera ad alta risoluzione di Mars Reconnaissance (HiRISE). Orbita. La sonda era posizionata a 700 km e rotolava a 3 km / s, nonostante la qualità più che buona (il paracadute è largo circa 20 metri).

Clicca sull’immagine per ingrandirla

Un’altra immagine molto interessante, e forse la più spettacolare fino ad oggi, è la Rover marziano ripresa dall’alto durante la discesa terminale del skycrane. Puoi vedere il terreno che si avvicina ma è solo l’inizio. Si tratta infatti di un’immagine tratta da un video che uscirà nei prossimi giorni dove vedremo come funzionano i vari meccanismi di discesa.

READ  Alieni nello spazio, nessuna traccia di vita tra 10 milioni di stelle

nasa marte

Clicca sull’immagine per ingrandirla

La terza fotografia è la prima immagine a colori ad alta risoluzione inviata dalle Hazcams posizionate sul lato inferiore del Perseveranza della NASA. Questa è una fotografia che è fondamentalmente la stessa delle anteprime mostrate il 18 febbraio 2021 in bianco e nero e con una risoluzione inferiore. Il bianco e nero e la bassa risoluzione sono legati alla necessità di massimizzare la velocità di trasmissione per verificare che tutto sia andato come previsto.

nasa

Clicca sull’immagine per ingrandirla

L’ultima immagine riprende una delle ruote del vagabondo. Si vedono rocce con una conformazione particolare. Al momento non sappiamo se si tratti di rocce vulcaniche o sedimentarie, ma questo dubbio potrebbe essere chiarito in seguito. Inoltre, questo tipo di immagini viene utilizzato maggiormente per verificare cosa c’è vicino alle ruote del rover e lo stato delle ruote stesse, una delle più “sensibile” e potrebbe essere danneggiato. Va inoltre ricordato che il design e parte del materiale delle ruote sono stati modificati rispetto a Curiosity per essere più resistenti.

nasa

Clicca sull’immagine per ingrandirla

Seguici sul nostro Canale Instagram, molte novità in arrivo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *