L’imprenditore | Joycie: la “bomba sanitaria” del Limburgo va in battaglia…

Nuovo

Innovazione

Una vita più sana grazie a una bevanda del Limburgo ricca di frutta e verdura: ecco Joycie, un prodotto MiFood. La ricerca scientifica ha dimostrato che costruire resistenza frullato contribuisce a una buona circolazione sanguigna e ha un effetto ipocolesterolemizzante, spiega il fondatore Raymond Nolet (60).

Jeroen Kreule

22 novembre 2022

Raymonf Nolet con una bottiglia di Joycie. Foto: MiFood.

Premessa: una bottiglia di Joycie non è una medicina. Nolet: ,,Le persone malate devono consultare un medico. Ma le persone che vogliono lavorare preventivamente sulla loro salute e resistenza sono venute nel posto giusto. Ora conosco alcuni medici di base che stanno già inviando pazienti con uno stile di vita malsano a MiFood. MiFood non potrebbe ricevere un complimento più grande.”

MiFood si trova nel campus Brightlands Greenport Venlo. L’azienda fondata da Nolet lavora a stretto contatto con Brightlabs, un laboratorio di fascia alta con all’avanguardiaattrezzature che sono anche ospitate in questo campus. MiFood impiega attualmente quattro persone.

“Conosco medici di base che ci stanno già inviando pazienti con uno stile di vita malsano. Non potremmo ricevere un complimento più grande”

Raimondo Nolette

100% frutta e verdura della regione

Joycie è una miscela di diversi tipi di frutta e verdura in una bottiglia riciclata da 250 millilitri. Il prezzo: 3,08 euro. I Joycies sono una sorta di frullato a base di frutta e verdura locali al 100%. In composizioni variabili, senza additivi (quindi senza conservanti o edulcoranti), ma con ritenzione di fibre. Questi includono mirtilli, mele, pere, lamponi, uva, broccoli, cavolfiori, cavoletti di Bruxelles e pomodoro.

Le miscele bevibili di frutta e verdura – la cui struttura è paragonabile a quella della purea – sono il risultato di uno studio triennale svolto in collaborazione con l’Università di Maastricht. Duecento consumatori hanno partecipato al sondaggio. L’obiettivo era misurare l’effetto delle sostanze bioattive. Nota: ,,Più complessa è la miscela, maggiore è l’effetto. Ecco di cosa si tratta. Le materie prime si rafforzano a vicenda nel funzionamento.” Il nome Joycie è una combinazione di la gioia e succoovvero piacere e succo.

Leggi anche:
SUNT Food: Laura trasforma le banane troppo mature in ciambelle e pane alla banana

Parla con i produttori

Esempi di sostanze bioattive, cioè che aumentano la resistenza, sono il licopene, il carotene o i glucosinolati. Il licopene è nei pomodori, il carotene nelle carote, i glucosinolati nei broccoli. Nolet è tornato: prima di fondare MiFood nel 2019, ha lavorato per anni nel settore agricolo, in particolare presso LTO.

Prendete il licopene, una sostanza con molte proprietà positive: la sostanza stimola la circolazione sanguigna, protegge dagli ictus, abbassa il colesterolo e protegge da vari tipi di cancro (non genetico). Nolet ha pensato che pomodori, peperoni e altri ortaggi in serra potessero essere più utili e ha avviato discussioni con i coltivatori. “Ho chiesto loro se potevano fornire più sostanze bioattive nelle verdure. Come? Selezionando altre varietà con coltivatori e allevatori. Dovrebbero anche considerare, ad esempio, la fertilizzazione e il tempo di raccolta. Questo è quello che volevano. Poi ho deciso di lasciare il mio lavoro. Ho fondato MiFood con quattro investitori. Ero convinto che avremmo potuto ottenere molto di più da frutta e verdura di quanto si sapesse in precedenza. Da una diversa selezione, ma anche dalla giusta composizione e da un diverso modo di lavorare.”

Leggi anche:
Il negozio della fattoria a volte è più economico, spesso più costoso del supermercato. “Le persone vengono per locale, onesto e fresco”

Colpisce anche il modo in cui Nolet trasforma frutta e verdura. “Quando cucini i broccoli, distruggi l’importante sostanza bioattiva sulforafano. Non può resistere alle alte temperature, ma pochissime persone lo sanno. Quando usiamo i broccoli in un mix, ci assicuriamo che rimanga sotto i 35 gradi durante il trattamento”.

Joycie è una miscela di diversi tipi di frutta e verdura in una bottiglia riciclata da 250 millilitri. Foto: MiFood.

Mangiatori poveri di frutta e verdura

La ricerca che MiFood ha condotto in collaborazione con l’Università di Maastricht è iniziata con un cosiddetto lavaggioperiodo: tutti i partecipanti dovevano mangiare 50 grammi di frutta e verdura al giorno per due settimane, ha detto Nolet. ,,In questo modo tutti potrebbero partire da un livello più o meno uguale. A proposito, sono rimasto scioccato: alcune persone hanno riferito di non aver mai raggiunto quei 50 grammi al giorno comunque per settimane. Sulla base di esami del sangue e della vista, tra l’altro, dopo così poco tempo si è potuto osservare un effetto positivo sul sistema immunitario: le arterie erano più spesse e le vene più lunghe.

Ulteriori ricerche hanno ora dimostrato che la resistenza alle malattie può essere aumentata mangiando sostanze bioattive. In linea di principio, una persona dovrebbe mangiare 500 grammi di frutta e verdura al giorno. Pochissime persone riescono: il cinque percento. I mix MiFood sono un supplemento alla tua dieta normale, sottolinea Nolet. ,, Mangia la tua mela, banana o mandarino durante il giorno e mangia verdure a cena. Una bottiglia di Joycie alla fine ti assicura di avere abbastanza frutta e verdura”.

Leggi anche:
Ad esempio, i giovani imprenditori Harro (26) e Mark (27) vogliono dare una scossa all’industria alimentare

Nolet osserva che le persone sopra i 50 anni sono particolarmente preoccupate per la loro salute: dall’età di 50 anni ci rendiamo improvvisamente conto che vogliono invecchiare in modo sano. ,, Pedalano, smettono di fumare e bevono meno alcol. È urgente.”

Per raggiungere anche i giovani, Nolet ha assunto due ventenni. Nolet: “Fanno video su TikTok e sono attivi su altri social network. Io sono solo meno bravo. Prima modifichi le tue abitudini alimentari, quindi mangi più frutta e verdura, meglio è.”

Dall’avvio al ridimensionamento

I mix di frutta e verdura sono attualmente disponibili su bol.com e sul sito MiFood. Le miscele sono disponibili anche nei bar. “Abbiamo speso molti soldi per la ricerca, ora è anche il momento di fare soldi. Ecco perché ci concentreremo sulle vendite nei prossimi mesi. Speriamo di iniziare a fare profitti il ​​prossimo anno. Vogliamo anche coinvolgere un altro investitore per cofinanziare la bilancia. MiFood tra cinque anni? Bella domanda, fare soldi non è il nostro obiettivo più alto. Spero che siamo un marchio consolidato e che guadagniamo abbastanza per continuare a fare ricerca. La prevenzione è il nostro obiettivo più alto.

“Fare soldi puri non è il nostro obiettivo più alto. Spero che tra cinque anni saremo un marchio affermato e realizzeremo profitti sufficienti per continuare a fare ricerca”

Raimondo Nolette

Per portare Joycie alla coppia, Nolet si reca alla fattoria con la bomba salutare liquida e ricca di fibre. Parla ai supermercati, ma anche alle aziende che possono proporlo nelle mense. Inoltre, MiFood investe molto nei social media. Spera che i media nazionali raccolgano il messaggio. far conosceredisse Nolet. ,,Abbiamo una storia molto bella, il potere di Joycie è stato scientificamente provato.”

Invecchia sano o rimani giovane più a lungo

Dopotutto, Nolet ha una missione: che le persone inizino a mangiare e vivere in modo più sano. “Questa è la mia motivazione intrinseca: MiFood ha a cuore la tua salute. Ne parlo sette giorni su sette, c’è ancora molto da guadagnare in questo campo. E vorrei contribuire ad esso. Tutti vogliono rimanere in salute o rimanere giovani più a lungo, giusto?

Leggi anche:
Mariëlle Smit di Mama Deli vince il Bold Future Award nell’elezione dell’imprenditrice dell’anno

READ  soluzione per il riciclaggio industriale? – Ben.nl

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.