Più soldi per i comuni che accolgono rapidamente i richiedenti asilo

Più soldi per i comuni che accolgono rapidamente i richiedenti asilo

Ciò è indicato nell’elaborazione della legge sulla distribuzione. Questa bozza è stata inviata oggi alla Camera dei Rappresentanti.

Il decreto amministrativo generale (AMvB) stabilisce che la distinzione è intesa come un incentivo finanziario per i comuni “per offrire il maggior numero possibile di luoghi di accoglienza sostenibili”. I rifugi durevoli devono essere disponibili per almeno cinque anni. Devono inoltre fornire spazio per almeno 100 richiedenti asilo. Possono essere diversi luoghi di accoglienza su piccola scala.

Indicazione per comune

Ogni due anni viene determinato il numero di posti di assistenza all’infanzia necessari nei Paesi Bassi. Ciò avviene sulla base delle previsioni relative all’afflusso di richiedenti asilo. Successivamente viene data indicazione della distribuzione dei richiedenti asilo per provincia e comune. Su questa base, i comuni possono “determinare quanti posti in asili nido desiderano offrire volontariamente durante la fase di contribuzione nazionale”, secondo l’ordinanza consiliare.

I restanti posti di accoglienza dopo questa prima tornata nazionale saranno nuovamente assegnati a scopo informativo. Anche i comuni possono registrarsi volontariamente durante questa fase. I comuni possono raggiungere accordi reciproci su una distribuzione dei restanti posti di accoglienza provinciali “adatta alle circostanze locali”.

Avvertimento

Se non ci sono ancora abbastanza alloggi disponibili, il Segretario di Stato per l’Asilo Eric van der Burg determina quanti richiedenti asilo devono essere ospitati per comune. L’obiettivo è “raggiungere la distribuzione più equilibrata possibile su tutto il territorio dei Paesi Bassi”. Viene preso in considerazione se un comune ha già accolto richiedenti asilo. Per questo “la ponderazione sarà diversa a seconda della situazione”.

Prima che il gabinetto intervenga, un comune riceve prima un avviso, seguito da un preannuncio. Se un comune non ne è a conoscenza, sarà il Ministro stesso a procedere alla realizzazione delle necessarie strutture di accoglienza. Il comune può impugnare tale decisione.

READ  La cinese Huawei vuole “reinventarsi” dopo pesanti sanzioni

Atto di propagazione

All’inizio della giornata, il gabinetto ha autorizzato la stesura della legge sulla distribuzione. Parte di questa legge prevede che i comuni possano essere costretti ad accettare i richiedenti asilo. Il Servizio Immigrazione e Naturalizzazione teme che l’accoglienza dei richiedenti asilo si arresti nuovamente nei prossimi mesi, a causa della mancanza di posti di accoglienza. Nell’ultimo anno, centinaia di richiedenti asilo presso il centro di richiesta di asilo di Ter Apel hanno dovuto dormire regolarmente all’aperto perché non c’erano abbastanza posti letto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *