Playoff Serie B: lo Spezia in rimonta contro il Chievo e va in finale | notizia

Playoff Serie B: lo Spezia in rimonta contro il Chievo e va in finale | notizia

È Spezia il primo finalista di Playoff Serie B. Le aquile recuperano subito lo 0-2 a Verona battendo 3-1 a Chievo mai nel gioco. Lo Spezia parte forte e si porta in vantaggio con Galabinov al 2 ‘, i sigilli decisivi arrivano al 50’ con Maggiore e al 53 ‘con Nzola. Leverbe accorcia su rigore al 93 ‘, ma è troppo tardi. Nell’atto finale che vale la A i liguri affronteranno il vincitore di Frosinone-Pordenone (andata 0-1).

L’azienda era necessaria e l’azienda era: essa Spezia vince 3-1 e va alla finale playoff, ultimo ostacolo verso quella che sarebbe stata la prima storica promozione in Un campionato. Tutto merito di una grande prestazione collettiva e del supporto di mille tifosi che hanno tifato per la loro squadra da fuori del ‘Picco’. Lo Spezia sa dall’inizio che per recuperare lo 0-2 a Verona deve partire forte e mettere pressione ai clivensi, e il piano comincia a concretizzarsi subito. Al 2 ‘Ferrer recupera palla a centrocampo e serve Bartolomei sulla destra, pronto in area il cross al centro dell’ex Cittadella Galabinov, che batte Semper con un gran colpo di testa. Ritrovato il gol dell’1-0, i giocatori dello Spezia placano temporaneamente la loro furia, lasciando spazio al Chievo senza mai correre particolari pericoli. Gli Eaglet tornano davanti alla porta avversaria dopo la mezz’ora, con un colpo di testa di Maggiore che Semper blocca non senza preoccupazioni al 32 ‘e, soprattutto, con una clamorosa occasione mancata a tu per tu con il portiere croato di Nzola al 43’ .

La ripresa inizia anche a nome dei Liguri, che ribaltano la situazione in pochi minuti: al 50 ‘c’è un bel scambio tra Vitale e Maggiore, ed è proprio quest’ultimo a superare un Semper tutt’altro che impeccabile per 2-0. Dopo altri tre turni di mano arriva il terzo gol, con Calmati che rimedia all’errore del primo tempo superando brillantemente l’intervento di Rigione e scavalcando il portiere del Chievo con un bel pallonetto che vale il 3-0. Per i veneziani è un colpo durissimo, che li costringe a segnare due gol per passare il girone, in virtù del regolamento che, a parità di reti, premia la squadra migliore classificata al termine dei 180 minuti. Nonostante ciò, lo Spezia non rischia praticamente nulla, almeno fino al 93 ‘, quando l’arbitro Abbattista punisce un tocco di mano di Mora in area, sulla conclusione di Ongenda. Leverbe Va sul dischetto e non sbaglia, ma al Chievo serve un altro gol per passare e troppo poco per organizzare un’efficace offensiva. Dopo sei minuti di recupero arriva il fischio finale: è festa per lo Spezia, che ora attende il vincitore del doppio confronto tra Pordenone e Frosinone (1-0 per i friulani) per scoprire il nome dell’avversario che si sfiderà. la promozione in massima serie.

READ  "Il quadro epidemiologico è cambiato, vogliamo approfondire i sistemi di filtraggio" - Libero Quotidiano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *