Preoccupazioni per il vetro singolo nelle case in affitto: il calore fuoriesce dalla casa

Preoccupazioni per il vetro singolo nelle case in affitto: il calore fuoriesce dalla casa

Preoccupazioni per il vetro singolo nelle case in affitto: il calore fuoriesce dalla casa

Ciò riguarda principalmente il settore degli affitti privati, ma vale anche per il settore dei proprietari: lì, il 2% dei soggiorni e l’8% delle camere da letto sono ancora a vetri singoli.

Mancanza di alloggi

The Woonbond lancia l’allarme e ritiene necessario mettere in atto una politica di lotta al vetro singolo nel settore degli affitti, in particolare nel settore degli affitti privati. A seconda del gruppo di interesse dell’inquilino, questo può essere considerato un difetto nell’abitazione utilizzando vetri singoli. Proprio come una perdita, il locatore deve rimediare a questo difetto perché fa parte dell’obbligazione di manutenzione.

“In questo caso, però, l’acqua non entra in casa, ma il calore fuoriesce dalla casa”, spiega Zeno Winkels, direttore di Woonbond. Se il proprietario non interviene dopo una segnalazione dell’inquilino, ciò dovrebbe comportare una riduzione dell’affitto per quanto riguarda il Woonbond.

Durata accelerata

Il sindacato ha già raggiunto accordi con le associazioni edilizie e il governo sulla sostenibilità accelerata, per cui vengono trattate per prime le case meno economiche. Sono stati stipulati accordi anche per la coibentazione degli immobili in affitto senza che venga compensato alcun aumento del canone.

Secondo il sindacato, non vi è alcun impegno aggiuntivo da parte dei proprietari privati ​​nella sostenibilità accelerata. The Woonbond trova questo “irresponsabile”, soprattutto visti gli alti prezzi dell’energia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *