Puoi farlo

Puoi farlo

Se scopri che il tuo umore cambia drasticamente in determinati periodi dell’anno, potresti soffrire di disturbo affettivo stagionale. Cos’è e cosa puoi fare al riguardo?

Hannah Seo/NYTU

I mesi autunnali e invernali sono spesso dominati da feste e festività. Ma per molti, i giorni più bui e freddi che ci attendono inaugurano un periodo diverso: un periodo di stanchezza, letargia e depressione. Disturbo Affettivo Stagionale, o SAD, si chiama – una specie di depressione che arriva con il cambio delle stagioni.

Che cos’è esattamente SAD?

“Un malinteso comune sul SAD è che sia solo il ‘blues invernale'”, ha affermato Kelly Rohan, professoressa di scienze psicologiche e psicologa clinica all’Università del Vermont, USA. . Man mano che le giornate diventano più grigie e fredde e le vacanze si avvicinano rapidamente, non è raro provare sensazioni temporanee di disagio, stanchezza o stress. Ma il disturbo affettivo stagionale è molto più grave – una forma di depressione clinica, dice Rohan – con sintomi che possono durare più a lungo e andare e venire con le stagioni.

Secondo il National Institute of Mental Health degli Stati Uniti Potresti avere un disturbo affettivo stagionale se hai determinati sintomi che iniziano e finiscono in determinati mesi e si verificano per almeno due anni consecutivi. Questi sintomi possono includere sensazioni di depressione quasi continue e quotidiane, perdita di interesse per le attività che ti piacevano, cambiamenti nell’appetito o nel peso, lentezza e mancanza di energia, difficoltà ad addormentarsi o sonno eccessivo durante il giorno, o anche pensieri di morte o suicidio.

La maggior parte delle persone con disturbo affettivo stagionale ha un andamento invernale, con sintomi che iniziano nel tardo autunno o all’inizio dell’inverno e si risolvono in primavera e in estate. Ma il SAD può verificarsi anche in primavera e in estate, che è chiamato modello estivo o depressione estiva.

Quali sono le cause del SAD?

Per le persone con SAD invernale, i giorni più brevi e più bui sono la causa dei sintomi depressivi, dice Rohan. Ma gli esperti non sanno esattamente perché questo accade. Una teoria importante ha a che fare con un cambiamento nell’orologio biologico. Normalmente, il corpo produce melatonina durante la notte, che favorisce il sonno. Quando i livelli di melatonina diminuiscono all’avvicinarsi del sole, aiuta le persone a svegliarsi. Ma se hai il SAD invernale, la melatonina raggiunge il picco più tardi e indugia più a lungo al mattino, rendendo più difficile svegliarti e lasciandoti stanco e assonnato. Poiché non ti svegli fino a tardi nel corso della giornata, è più difficile addormentarsi di notte. Questo perpetua un ciclo di insonnia, sonno e affaticamento insufficienti ed esacerba i sintomi depressivi.

La maggior parte delle persone con SAD invernale inizia a notare i sintomi tra ottobre e novembre, afferma Kelly Rohan. Anche eventi stressanti della vita, come l’instabilità sul lavoro o la perdita di una persona cara, possono portare a episodi depressivi prima del solito. I sintomi più gravi si verificano di solito a gennaio e febbraio. Le persone di solito iniziano a sentirsi meglio non appena arriva la primavera e inizia l’estate.

I sintomi del modello estivo del SAD, che sono molto meno comuni, iniziano in primavera e terminano all’inizio dell’autunno.

Cosa si può fare lì?

La buona notizia, dicono gli esperti, è che ci sono diversi modi comprovati per trovare sollievo.

Il primo è la terapia della luce, che consiste nel sedersi davanti a una scatola per la terapia della luce che imita la luce esterna per circa 30 minuti ogni giorno, preferibilmente al mattino presto. Questo dovrebbe stimolare il tuo corpo a produrre gli ormoni giusti per aumentare la tua veglia e vigilanza in modo da poter affrontare la giornata.

È importante che la terapia venga utilizzata correttamente. Sedersi davanti alla scatola troppo presto la mattina ha scarso effetto. Troppo tardi nella giornata può effettivamente peggiorare l’insonnia. La maggior parte degli esperti consiglia di utilizzare le lampade per fototerapia prima delle 8:00.

Anche la terapia cognitivo-comportamentale può essere utile, dice Rohan. Questa forma di terapia della parola mira a cambiare schemi di pensiero errati o inutili. Se dici cose come “Odio l’inverno” durante una sessione, il terapeuta cercherà di riposizionare quei pensieri negativi. “Anche se riusciamo a ridurre di un grado la frase ‘Preferisco l’estate all’inverno'”, ammette Rohan, può portare a un cambiamento importante nei sintomi e nell’umore.

Poiché la terapia cognitivo comportamentale per il SAD implica riqualificare le associazioni negative con i mesi bui, è l’unico trattamento che può avere benefici a lungo termine dopo averlo fatto solo una volta.

Il SAD può anche essere trattato con antidepressivi, se necessario.

Anche solo uscire all’aperto può aiutarti a migliorare il tuo umore. Anche se sembra un po’ grigio, la qualità della luce in una mattina d’inverno sarà migliore di quella che puoi trovare in casa. Ed è probabile che un’uscita aumenti anche la salute mentale.

© Il New York Times

READ  ILARIA CAPUA parla ancora, il VIROLOGO ha spiegato perché COVID-19 si è diffuso tanto "ILMETEO.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *