Questi tre meccanismi possono causare il Covid polmonare

Questi tre meccanismi possono causare il Covid polmonare

I test di funzionalità polmonare mostrano che i pazienti con Covid polmonare hanno quasi sempre una funzionalità polmonare normale. Anche le scansioni TC, le risonanze magnetiche cardiache e gli esami del sangue non mostrano nulla di speciale nella stragrande maggioranza dei pazienti, afferma Hellemons nel podcast. Questo mentre decine di migliaia di persone possono avere lamentele per mesi o addirittura anni dopo un’infezione da corona.

Tre meccanismi

Tuttavia, le cose sono state dimostrate su riviste scientifiche, specifica il pneumologo. “Negli ultimi mesi, le pubblicazioni sono uscite a un ritmo vertiginoso su riviste rinomate. Sto davvero parlando di Natura, Scienza e Cellula”, afferma Hellemons.

In generale, si tratta di tre meccanismi che probabilmente giocano un ruolo: “Il primo è: la disregolazione immunitaria estesa. Il sistema immunitario è completamente in allerta dopo il Covid”, spiega il caregiver, anch’esso coinvolto in un più ampio studio sul ruolo dell’immuno sistema in pazienti con covid polmonare.

Il secondo meccanismo è chiamato “persistenza virale”. “C’è molto da fare al riguardo. La cosa principale è che potrebbe esserci ancora un virus vivo nel corpo”. Gli scienziati non sanno ancora esattamente dove si trova nel corpo.

Il terzo meccanismo ha a che fare con il sangue: secondo alcuni studi, c’è una maggiore tendenza a coagulare, dice Hellemons. “Per esempio, microcoaguli molto piccoli si trovano nel sangue di persone con disturbi persistenti. Non li troviamo con i test di routine come facciamo in ospedale, perché non è una trombosi. come la conosciamo”, spiega lo scienziato . Queste piastrine potrebbero svolgere un ruolo nei reclami.

“Grande problema sociale”

Merel Hellemons è stata coinvolta nella prima ondata di corona con pazienti affetti da corona che sono finiti in ospedale. Da allora, si è occupata dei disturbi a lungo termine che questi pazienti devono affrontare. Nelle sue stesse parole, la malattia l’ha “afferrata”. “Penso che sia una malattia così speciale. È particolarmente debilitante per il gruppo più grave. Penso che sia un problema sociale così grande che voglio sostenere per quel gruppo”.

READ  Einstein vince cinquecento vite | INAF MEDIA

Hellemons è uno specialista dei polmoni, ma ciò non significa che Lung Covid abbia qualcosa a che fare con i polmoni di per sé. La parola “lungo” nel nome “Long Covid” è una traduzione della parola inglese “lungo termine”.

podcast

I primi due episodi del podcast possono essere ascoltati in tutte le app podcast. Possono anche essere ascoltati di seguito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *