Questo è ciò a cui devi prestare attenzione

Questo è ciò a cui devi prestare attenzione

Questo è ciò a cui devi prestare attenzione

Il 2023 si sta avvicinando rapidamente. Ciò non significa solo champagne, fuochi d’artificio e una pesante sbornia il giorno successivo. Ciò significa anche che gli investitori in criptovalute dovrebbero fare attenzione. Secondo le autorità fiscali, il 1 gennaio è la data di riferimento della ricchezza di qualcuno, anche da cripto investitori. Per i principianti, presentare la dichiarazione dei redditi come investitore in criptovalute può essere alquanto noioso e confuso. Questo è il motivo per cui questo articolo discuterà brevemente e con forza a cosa dovresti prestare particolare attenzione in ogni caso.

Dichiarazione dei redditi crittografica

Le tue risorse crittografiche devono essere dichiarate alle autorità fiscali, come qualsiasi altra parte delle tue risorse. Il valore di questi asset, come qualsiasi investitore di criptovalute ha senza dubbio notato nell’ultimo anno, può fluttuare selvaggiamente di giorno in giorno. Tuttavia, le autorità fiscali esaminano solo il valore dei tuoi beni in un determinato momento. Questa volta sono le 00:00 del 1° gennaio.

Per non essere in perdita in pochi mesi e non complicare troppo le cose per te stesso futuro, è quindi saggio registrare il valore del tuo portafoglio in quel momento. Questo può essere fatto, ad esempio, semplicemente prendendo uno screenshot dei tuoi portafogli. In questo modo, non dovrai tornare indietro per scoprire qual era il valore di tutte le tue criptovalute insieme il 1° gennaio, il che può essere un lavoro piuttosto noioso.

Per informazioni più dettagliate su come funziona il sistema fiscale di box e criptovalute, consulta il nostro dichiarazione dei redditi bitcoin pagina.

Le criptovalute fanno parte del tuo patrimonio!

Inoltre, ci sono ancora molti investitori in criptovalute che pensano che includere criptovalute nella dichiarazione dei redditi non sia obbligatorio. È per il semplice motivo che fa parte della tua eredità. Dimenticarti bitcoin (BTC) quindi da non dichiarare. In caso contrario, in futuro potrebbero verificarsi problemi come multe.

READ  La casa madre Facebook crolla in borsa dopo cifre deludenti

il catena a blocchi dà a chi vuole rimanere sotto i radar del fisco un certo senso di sicurezza e anonimato. Laddove sarebbe stato possibile tenere nascoste le proprie criptovalute qualche anno fa, oggi non è assolutamente più così. Le autorità fiscali hanno risorse per tracciare ogni transazione sulla blockchain. Quindi non correre rischi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *