“Questo è il mio soggiorno per cinque giorni”

“Questo è il mio soggiorno per cinque giorni”

Un Lungo Lena, un Espresso Nel o un Filter Francis. Questi sono alcuni nomi di caffè che bevi al Koffie Keuten di Eindhoven. Yvonne Goossens ha aperto un nuovo caffè in un edificio d’angolo tra Geldropseweg e Sint Jorislaan. “Voglio che sia un posto dove tutti si sentano a casa”.

Forse il nome ti è familiare da due posti precedenti a Eindhoven. Yvonne aveva già il suo caffè nel Veemgebouw su Strijp-S, poi hai trovato temporaneamente Koffie Keuten nella Kerkstraat come negozio temporaneo. Dal 25 gennaio, Koffie Keuten ‘3.0’ è aperto sul Geldropseweg. Yvonne: “Questo posto è unico il sogno diventa realtà. Se mi avessi chiesto cosa volevo, avrei risposto: “Un edificio d’angolo con molta luce in un quartiere di Eindhoven; preferibilmente strato.’ Questo desiderio si è avverato!”

Secondo soggiorno

Perché iniziare? “Penso che sia un bel quartiere a causa della diversità. Qui vivono studenti, famiglie con bambini piccoli e anziani. Vedo questa diversità anche nei miei ospiti. Koffie Keuten deve diventare una specie di secondo salone per il distretto, crede Yvonne. “È così che ho chiuso il caso. Una parte dove incontrarsi, una parte dove puoi lavorare o sederti con un gruppo e la parte posteriore è a vita con un’area giochi per bambini e panchine flop.”

Il testo continua dopo la foto >

indizi di caffè
Foto: Cafè Keuten

Macellaio Keuten

Il motivo del nome Koffie Keuten non è solo che fa rima con “Koffieleuten”. “Keuten è il cognome di mia nonna. Aveva due sorelle che gestivano una macelleria: Slagerij Keuten, un nome familiare a Deurne. Più tardi, mio ​​padre rilevò questa macelleria. Ma questo si è fermato con la terza generazione. “No, non ho mai pensato di rilevare la macelleria. Amo la vivacità e la varietà del settore dell’ospitalità. E il sociale, eh. Mi vedo come una hostess, mi piace scaricare le persone.

Motivo a quadri

Tuttavia, la macelleria torna al bar di Yvonne. I caffè lungo ed espresso prendono il nome dalle prozie Lena e Nel e il nome della nonna Francisca si riflette nel caffè “Filter Francis”. “Ho chiamato il caffè in onore di queste donne potenti in omaggio. Ho anche incorporato nel logo il motivo a rombi sulle piastrelle del macellaio.

Il testo continua dopo le foto >

Inizio di una conversazione

Da dove nasce l’amore per il caffè? “Ho lavorato all’aeroporto di Eindhoven per otto anni”, afferma Yvonne. “Quando lì è stato aperto un caffè davvero fantastico, è iniziato il mio entusiasmo per il caffè. Mi è piaciuto molto lavorare lì con il caffè. Certo, so da dove viene il caffè e come è fatto, ma per me conta anche la storia che c’è dietro. Quando vieni qui e ti offro una tazza di caffè, è lì che inizia la conversazione. Per me è anche una questione di connessione.

Altro che Italia

Comunque, riguardo al caffè stesso. Quale caffè preferisce bere Yvonne? “Il mio momento preferito della giornata inizia con un drink alto Bianco uniforme. È ristretto con uno strato di latte montato. Yvonne prepara il caffè di Koffie Keuten con una macchinetta Keith van der Westen. “Quello che mi ha sedotto è stata la frase: ‘Il miglior caffè non viene dall’Italia’. Sono completamente d’accordo: il caffè viene tostato molto scuro e si investe meno nella qualità delle macchine. Non è solo l’Italia quando si tratta di caffè, diciamo così.

Per conoscere le persone

Le reazioni iniziali al nuovo sito di Koffie Keuten sono state molto positive, secondo Yvonne. “Sento spesso che le persone sono felici che io sia finalmente aperto. Che stavano aspettando questo, perché non c’era ancora una cosa del genere nella zona. Puoi prendere un caffè ovunque, quindi penso che sia speciale che la gente viene a trovarmi. Mi piace anche il personale. Penso che sia molto bello quando le persone vengono qui tutti i giorni o più volte alla settimana. In questo modo imparo davvero a conoscere le persone del quartiere e dopo un po’ non devo anche chiedere loro cosa vogliono bere.

READ  Coronavirus Toscana, ecco chi resta in zona rossa. Elenco dei comuni e delle province

Leggi anche…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *