Rublo troppo forte: la Russia abbassa nuovamente i tassi di interesse

Rublo troppo forte: la Russia abbassa nuovamente i tassi di interesse

Con tassi di interesse più bassi, la banca spera anche di sostenere l’economia russa colpita dalle sanzioni occidentali.

Apprezzamento del rublo

La banca centrale avrebbe dovuto tenere una riunione sui tassi di interesse tra circa due settimane, ma mercoledì ha annunciato una riunione di emergenza. Il tasso di interesse in Russia è sceso dal 14 all’11%. La banca ha anche affermato che la porta è aperta a ulteriori tagli.

Nelle note esplicative, i politici hanno fatto poco cenno al rublo. Hanno riferito che l’apprezzamento della valuta aveva contribuito a un rallentamento dell’inflazione.

A fine febbraio i tassi di interesse in Russia erano più che raddoppiati, al 20%, per contrastare la caduta del rublo e l’elevata inflazione nel Paese. il rubli persi quindi fino al 40% del suo valore a causa delle sanzioni occidentali contro la Russia dopo l’invasione dell’Ucraina il 24 febbraio.

Prezzi elevati di petrolio e gas

Da allora la valuta russa si è apprezzata di nuovo in modo significativo, raggiungendo il livello più alto dal 2018 rispetto al dollaro. Ciò è dovuto principalmente alle restrizioni che la Russia ha imposto ai deflussi di capitali dal paese e dal paese prezzi più elevati per petrolio e gas.

Poiché le esportazioni di petrolio e gas della Russia sono in gran parte prive di sanzioni, miliardi di dollari ed euro affluiscono nel paese ogni settimana.

“Le sanzioni sono sopravvissute”

A causa del calo delle importazioni russe e delle restrizioni all’acquisto di beni esteri e all’invio di denaro all’estero, la domanda di valute forti come il dollaro si è quasi esaurita in Russia, portando a un apprezzamento del rublo rispetto alla valuta statunitense. .

READ  Gli operatori di rete chiedono ancora la rimozione del sistema di compensazione per i pannelli solari e il sussidio delle batterie domestiche

Il presidente Vladimir Putin ha anche citato il rimbalzo del rublo come un segno che il Paese è sopravvissuto a sanzioni occidentali senza precedenti.

Sostieni l’economia

La banca centrale vuole anche dare slancio all’economia, che rischia una forte contrazione a causa delle sanzioni, abbassando gli oneri finanziari.

“Le condizioni esterne per l’economia russa sono ancora difficili, limitando in modo significativo l’attività economica”, hanno affermato i responsabili politici. Secondo la banca, i rischi per la stabilità del sistema finanziario del paese sono leggermente diminuiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *