Salmo, il concerto gratuito ad Olbia accende le polemiche

Lo spettacolo a favore della Sardegna – “Organizzeremo un concerto gratuito per chi non è potuto venire ieri [al Water World Water Festival, che si è svolto in Costa Smeralda il 25 luglio] e raccolta fondi su internet per aiutare gli agricoltori e i pastori sardi”, ha scritto Salmo su internet, annunciando di voler mettere in scena uno spettacolo a prescindere dalle vigenti normative anti-Covid. “Sono pronto per essere arrestato per aver suonato dal vivo”. Promessa mantenuta: il 12 agosto, sempre sul suo profilo Instagram, ha annunciato una diretta in un luogo segreto, «che vi comunicherò lo stesso giorno».

La scelta è caduta su Olbia, sua città natale. Dalla mattina del 13 agosto, infatti, abbiamo potuto constatare alcuni preparativi per installare una tappa ai piedi della ruota panoramica situata nei pressi del porto. Grazie al rapido passaparola, migliaia di persone hanno risposto alla chiamata e si sono riunite per assistere al concerto.

Amoroso: Il Salmo ci deve delle spiegazioni – Lo spettacolo improvvisato del rapper sardo non ha lasciato indifferenti i suoi colleghi della scena musicale. La prima a parlare in proposito è stata Alessandra Amoroso, che sui social chiede chiarimenti: “Se la vostra serata ha inteso raccogliere fondi (giustamente per la vostra regione) e dare voce anche al nostro settore, voglio dirvi che qualcosa è andato davvero sbagliato. Per rispetto di molte persone, penso che la tua spiegazione sia appropriata”.

Fedez: il tuo gesto non aiuta nessuno – A criticare aspramente l’operato di Salmo c’è anche Fedez, che lo accusa di “sfruttare la condizione del privilegio per soddisfare capricci personali”. Il rapper e influencer ha poi rivolto un appello alla Regione Sardegna e al sindaco di Olbia: “Come non renderci conto che iniziative come queste, portate avanti alle spalle di chi rispetta le regole, non faranno che peggiorare le condizioni della Sardegna?” . E conclude con l’avvertimento di non fare casini, perché è inaccettabile che le cazzate di pochi cadano su un intero settore.

READ  oggi i nuovi colori delle regioni, Rt a 0.86 e Italia quasi tutti gialli dal 17/5. 8 milioni di italiani vaccinati

Risposta del salmo: sono uscito in strada e ho detto il mio – Le critiche ricevute non hanno lasciato indifferente il rapper, che ha deciso di rispondere per chiarire la sua posizione. “Gli assembramenti creati dalla finale europea sono stati buoni, il mio concerto gratuito no. Adesso hai qualcuno da incolpare: se avessi voluto seguire le regole, non sarei stato un artista”. Nel suo post su Instagram, il rapper lancia anche una puntura in direzione di Fedez: “Potevo andare in vacanza come lui, ma sono sceso in strada e ho detto la mia”.

Gemitaiz: colpa di chi gestisce le cose – Del contestatissimo live ha parlato anche Gemitaiz, cresciuto sotto l’ala protettrice di La Machete, label fondata dal rapper sardo. L’artista romano, all’anagrafe Davide de Luca, punta a “coloro che hanno il diritto di scegliere cosa è buono e cosa no. E mentre ciò sarebbe buono, non sono gli artisti che hanno questa opportunità”. A chi gli chiede se il suo commento sia o meno un attacco a Salmo, risponde: “Mauri [suo vero nome, Maurizio Pisciottu] è un caro amico. Parlo di chi gestisce le cose, non di artisti che in quanto tali hanno il diritto di volersi esprimere».

Lazza: quando abbiamo vinto l’Europeo tutto andava bene – L’iniziativa di Salmo ha suscitato molte critiche ma anche alcuni pareri favorevoli. Tra questi c’è quello del rapper Lazza, che esprime su Instagram “tanto rispetto per aver fatto quello che avremmo dovuto fare tutti”. E che ricorda tutti i comizi visti in occasione della vittoria contro l’Inghilterra: “Quando l’Italia vinse l’Europeo, non si poteva biasimare nessuno. Adesso che probabilmente qualcuno del nostro settore ci ha messo la faccia”.

READ  "Lo scudetto? L'Inter è cresciuta, ma non è ancora così competitiva. Mi sembrano poche idee"

Ombra: indignati per l’Olbia ma non per il calcio – Dello stesso parere Shade, che su Twitter si chiede: “Ma chi è indignato per il raduno di Olbia che ha mancato quello dello Scudetto dell’Inter o della vittoria dell’Europeo? Lo spirito patriottico protegge dal Covid? O forse in questo caso. era più figo mettere la foto di Chiellini?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *