Sciopero nazionale di quattro giorni dei trasporti regionali annullato per il momento |  Economia

Sciopero nazionale di quattro giorni dei trasporti regionali annullato per il momento | Economia

Per il momento è stato revocato uno sciopero nazionale dei trasporti regionali di quattro giorni. Il sindacato FNV continuerà innanzitutto a discutere con i datori di lavoro dei trasporti regionali le sue richieste per un nuovo contratto collettivo di lavoro.

Tra le altre cose, la FNV vuole che i salari dei dipendenti dei trasporti regionali aumentino in linea con l’elevata inflazione. Per imporre questo in un nuovo contratto collettivo di lavoro, il sindacato ha emesso un ultimatum ai datori di lavoro. Se i datori di lavoro non accettassero le richieste entro domenica, i lavoratori sarebbero scesi in sciopero.

Un portavoce della FNV sottolinea che i piani di sciopero sono stati fermati, ma non sono stati ancora esclusi. “Se le proposte dei datori di lavoro saranno di nuovo insufficienti, sciopereremo per quattro giorni a gennaio invece che a dicembre”, ha detto.

Circa tredicimila persone sono coperte dal contratto collettivo regionale dei trasporti. Questi includono autisti, macchinisti e autisti di autobus di aziende come Qbuzz, Arriva e Keolis.

Secondo FNV, continuerà uno sciopero precedentemente annunciato dei lavoratori dei treni regionali nel nord dei Paesi Bassi. Questo accade perché lì è stato violato il contratto collettivo di lavoro.

Giovedì prossimo, il personale Arriva sciopera sulle ferrovie regionali della Frisia. Venerdì, i dipendenti dell’azienda seguiranno i loro colleghi del Drenthe sud-orientale sulla pista regionale di Groningen e lunedì.

READ  'Investitori americani spelen Monopoli mette undici huizenmarkt' | Economia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *