Tempo con un’enorme bolla d’aria tropicale verso l’Europa. Questa è La Nina. Preoccupante congelamento a gennaio 2022

record di caldo per il nuovo anno - Meteo con un'enorme bolla d'aria tropicale verso l'Europa. Questa è La Nina. Preoccupante congelamento a gennaio 2022
Capodanno con un caldo record

Facciamo un riassunto di quella che sarà l’evoluzione meteorologica che può essere percepito osservando sia utilizzando modelli matematici predittivi, sia raccogliendo dati principali indizi del comportamento climatico al fine di individuare tracce dell’evoluzione del tempo, in particolare per gennaio 2022.

lo so Il capodanno 2022 potrebbe trasformarsi in un caldo record in diversi paesi europei come Portogallo, Spagna, Francia, parte dell’Italia e Svizzera, ciò a causa dell’incursione delle masse d’aria del Maghreb associata a pressioni atmosferiche ad altissima quota, che aumenteranno la gelo a livelli estivi, ma a gennaio cambierà tutto.

esiste un sconvolgimento in tutto l’emisfero probabilmente causato dalla fortissima influenza di La Niña, che favorisce incredibili scambi di masse d’aria secondo i meridiani. Ad esempio, in Stati Uniti d’America, cioè in un’area molto vasta che si estende appena ad est delle Montagne Rocciose fino alle Grandi Pianure, sono registrati temperature che sono ampiamente registrate a causa del calore elevato. Anzi, la parte occidentale degli Stati Uniti d’America è interessato a tempesta eccezionale con nevicate a bassa quota, e la previsione che oltre 3 metri di neve nelle montagne della California centro-settentrionale, dell’Oregon e dello Stato di Washington.

Negli Stati Uniti occidentali, la neve ha raggiunto la costa, anche dove si verifica l’evento meteorologico una volta ogni cento anni.

In Italia avremo temperature molto alte ad alta quota, tuttavia, il calore sarà molto meno percepito in Valpadana, anche se anche qui c’è un’interruzione del freddo. In tutta Italia avremo temperature sopra la media fino al giorno dopo capodanno, ma con l’avvicinarsi delEpifania le condizioni meteo andranno bene cambiando improvvisamente.

READ  Covid, effetti sul cervello, 300 studi di allarme - Medicina

t850anom 132 - Tempo con un'enorme bolla d'aria tropicale verso l'Europa. Questa è La Nina. Preoccupante congelamento a gennaio 2022
Anomalia alla quota di 850 hPa prevista per la notte di Capodanno. È un’ondata di caldo record.

il le ultimissime proiezioni meteorologiche indicano la possibilità che scambi di masse d’aria molto intensi che attiverà la formazione di aree a bassa pressione molto profonde. Forse quelli veri zone cicloniche con venti che potrebbe esplodere in aree esposte con raffiche alla forza dell’uragano. In breve, ci stiamo dirigendo verso ciò che può essere chiamato tempo estremo. E gennaio promette di essere accompagnato da febbraio.

Aspettando, osserviamo il clima della Siberia che è tutt’altro che mite. In questi giorni la neve è stata abbondante nell’Europa dell’Est e il Vecchio Continente è diviso in due, con temperature più miti a ovest e gelide a est. E questa differenza sarà ancora più pronunciata a Capodanno.

SCHEDE CON ANOMALIA TEMPERATURA TERRENO

Notare l’ondata di freddo negli Stati Uniti occidentali, il caldo su gran parte del Nord America, quasi 18°C ​​sopra la media. Anomalie di calore moderato nell’Europa meridionale e freddo nel nord del continente. La grande zona fredda della Siberia, dove nelle prossime settimane ci sarà un crollo termico.

gfs nh sat1 t2anom 1 giorno - Meteo con un'enorme bolla d'aria tropicale verso l'Europa. Questa è La Nina. Preoccupante congelamento a gennaio 2022

gfs nh sat2 t2anom 1 giorno - Meteo con un'enorme bolla d'aria tropicale verso l'Europa. Questa è La Nina. Preoccupante congelamento a gennaio 2022 gfs nh sat3 t2anom 1 giorno - Meteo con un'enorme bolla d'aria tropicale verso l'Europa. Questa è La Nina. Preoccupante congelamento a gennaio 2022

Ma con gennaio bisogna tener conto di una novità che torna ogni anno: la massa di aria fredda in La Siberia in tenda si estende a 360°, cioè in tutte le direzioni. In Europa la sua propagazione è limitata dalle correnti perenni occidentali risultante dalla forza di Coriolis. E tali correnti possono congelare di nuovo, e in questa circostanza, potremmo non solo avere tempeste come abbiamo detto prima, ma anche ondate di gelo.

Noi abbiamo consultato anche le informazioni del servizio meteorologico russo per capire un po’ meglio. Si parla anche di cambiamenti climatici, danni causati da questi eventi meteorologici estremi. Discutiamo il vortice polare e gli indici climatici. Gennaio e febbraio sono i mesi peggiori per vaste aree della Russia e c’è il rischio di temperature record in Siberia.

READ  Ecco l'opinione del divulgatore Bill Nye sulla negazione scientifica

In breve, siamo nel mezzo di condizioni meteorologiche estreme, anche se a volte non abbiamo più la percezione, al punto da farci l’abitudine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *