“Tutto sparirà quando ci chiederanno il rimborso dello Stimulus Fund”

Il piatto salterà quando l’Europa chiederà all’Italia i soldi del Fondo Stimulus. La posizione di Giancarlo Marcotti, Chief Financial Officer di Chiaro, ha parlato a lungo intervista a Money.it.

Per questo, ha detto, potrebbe essere meglio se il fondo di recupero non fosse mai arrivato.

Debito pubblico, Marcotti: ci chiederanno il rimborso dello Stimulus Fund

“Non voglio allarmare gli ascoltatori”, inizia Marcotti nel video che potete vedere in questa pagina. Ma il rischio c’è e non bisogna nasconderlo, secondo l’economista.

Siccome il debito pubblico “non può aumentare all’infinito”, dice Marcotti, prima o poi arriverà il momento di ridurlo “, ma diminuirlo in relazione al prodotto interno lordo“.

Come uscirne? Marcotti ha le idee chiare: “Diminuire questo rapporto non ridurre la spesa, ma aumentare il prodotto interno lordo “.

Secondo Marcotti, invece, la politica continua a prendere decisioni nella direzione opposta. E così ora gli osservatori possono chiedere un periodo in cui “tutto fallirà”, che coinciderà con l’arrivo del Fondo per il recupero.

O meglio, quando l’Europa ci chiede di recuperare i soldi dal Recovery Fund.

A quel punto, dice Marcotti, “non avremo un soldo in cassa”. A questo punto gli italiani “perderanno la pazienza”.

“Finché i soldi del Fondo di recupero arrivano, va bene, quando dicono ok, ora che i soldi sono arrivati, inizia a restituirli, da quel momento in poi. ognuno per se, Santa Barbara sta arrivando ”conclude Marcotti.

READ  Conti correnti in pericolo, attenzione a questi 3 segnali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *