UE: cala la quota di furgoni diesel nonostante l’aumento delle vendite

Nel 2021 la domanda di veicoli commerciali leggeri diesel nell’UE è aumentata del 6,2% per un totale di 1,4 milioni di veicoli. Nonostante ciò, la sua quota di mercato è scesa dal 92,4% nel 2020 al 90,2% nel 2021.

Lo si evince dai dati dell’organizzazione ombrello Acea. I quattro principali mercati europei hanno registrato risultati contrastanti. L’Italia ha registrato il maggior incremento percentuale nel segmento dei furgoni diesel con l’8,6%, seguita dalla Francia (+4,0%). Spagna e Germania, invece, hanno registrato un calo della domanda di gasolio (-4,7% e -3,6%, rispettivamente). Nei Paesi Bassi, la domanda di furgoni diesel è aumentata dell’11,2% nel 2021.

Elettrico

Nel 2021, il 3,8% del totale delle immatricolazioni di veicoli commerciali leggeri funzionava a benzina. Nel 2020 era ancora del 3,4%. Tuttavia, l’aumento maggiore è stato riscontrato nei furgoni elettrici.

Il numero totale di furgoni elettrici plug-in di nuova immatricolazione nell’UE è aumentato del 63,2% per un totale di 46.853, aumentando la quota di mercato dal 2,0% nel 2020 al 3,0% nel 2021 Le immatricolazioni di furgoni elettrici plug-in sono aumentate in Italia del 237,8%, in Spagna del 55,5%, in Germania del 44,9% e in Francia del 39,8%. Nei Paesi Bassi, le immatricolazioni in questo segmento sono aumentate dell’88,7% a 3.220 veicoli.

Le immatricolazioni di furgoni ibridi sono aumentate del 101,5% per un totale di 25.496 veicoli. La quota di mercato è scesa dallo 0,9% nel 2020 all’1,6% lo scorso anno. Tra i quattro mercati principali, le vendite di ibridi sono cresciute più rapidamente in Francia (+155,2%), seguita da Italia (+129,2%), Germania (+67,6%) e Spagna (+12,7%). Nei Paesi Bassi, nel 2021 sono stati immatricolati 473 furgoni ibridi, il 205,2% in più rispetto ai 155 del 2020.

READ  Vinci il Libro Italia 1982, Trionfo Calcio Azzurro

Carburanti alternativi

Le immatricolazioni di furgoni a combustibili alternativi (tra cui GNL, GPL, biocarburanti ed etanolo) sono aumentate del 10,2% nel 2021 per un totale di 21.340 veicoli. Dei quattro principali mercati, solo la Germania ha registrato un calo (-3,2%). Nei Paesi Bassi il calo è stato del 21,2% per un totale di 1.059 veicoli. La quota di mercato dei combustibili alternativi nell’UE è aumentata dall’1,3% all’1,4% nel 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.