“Un povero veterinario?”, Colpo di cannone senza precedenti – Libero Quotidiano

Una settimana dopo arriva la risposta: Ilaria Capua rispondi in rima a Matteo bassetti. Il direttore dell’ambulatorio malattie infettive San Martino di Genova aveva definito il virologo un “veterinario” che avrebbe dovuto essere informato prima di parlare di vaccini. Ma ora Capua non li manda a dire: “Sono stata criticata perché con un diploma di veterinaria non avrei il diritto di parlare di certe cose – spiega durante il suo intervento all’inaugurazione dell’ospedale”. ‘Anno accademico 2020-2021 Università degli Studi Milano-Bicocca – È vero che sono laureato in medicina veterinaria e Ne sono molto orgoglioso. La laurea è l’inizio del tuo viaggio, non la fine. Diploma, master e dottorato sono strumenti che dovrebbero permetterti di esprimere il tuo talento, di non rimanere bloccato nelle barriere esistenti, pensa circolarità della conoscenza“.

Una ricerca a tutti gli effetti, quella del direttore del One Health Center of Excellence dell’Università della Florida, che non si ferma qui: “Dov’è un povero veterinario puoi contribuire con la tua conoscenza? In vari campi – prosegue -. La mia storia è quella di una carriera interdisciplinare che cerca sfide sempre nuove. Questo è un momento in cui voi, gli studenti, dovete avere coraggio, in cui anche voi, gli insegnanti, dovete avere il coraggio, in questo momento di smarrimento, di allontanarvi precostituito e polveroso e guarda al mondo che ci aspetta “.

Poi, Capua lancia un avvertimento che tutti stanno prestando attenzione, perché “con un’altra pandemia come questa non possiamo resistere: un tot. numero di anni queste cose accadono e dobbiamo interrogarci al riguardo. L’accademia parla troppo all’accademia e non con le persone, devi imparare a non ritrovarti mai più in una situazione del genere “.

READ  Gli occhi d'aquila di Lucy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *