Unità nazionale disfunzionale divisa, parte dei vertici della polizia deve andarsene | ADESSO

Il gabinetto vuole porre fine agli annosi problemi all’Unità Nazionale (LE) della polizia. La LE sarà divisa in due unità, seguendo il consiglio del controverso Comitato Schneiders. Alcuni degli alti ufficiali di polizia devono dimettersi. Il comitato descrive come “inevitabile che ci siano manager che non vogliono o non possono partecipare al cambiamento della cultura”.

Delle due nuove unità, una si concentrerà sulle indagini nazionali sulla criminalità organizzata grave e sul terrorismo e l’altra sulle operazioni e competenze nazionali.

È anche importante che l’atmosfera di lavoro diventi più sicura. Il comitato consiglia quindi di “formulare esplicitamente comportamenti desiderabili e indesiderabili, stabilire profili di leadership appropriati e ispezionare gli attuali dirigenti”.

All’interno dell’unità nazionale esiste da tempo una cultura del lavoro non sicuro. Ad esempio, tre dipendenti coinvolti in un servizio speciale sotto copertura si sono suicidati in seguito a controversie sul posto di lavoro. Si dice che ci sia una cultura dell’intimidazione e un’atmosfera nauseante in diversi dipartimenti. È stato spesso individuato dai dirigenti.

Secondo Bernt Schneiders, presidente della commissione d’inchiesta, gran parte dei problemi sono legati alla struttura organizzativa. Il suo comitato dipinge un ritratto dell’Unità Nazionale come un’organizzazione grande e ingombrante, in cui viene prestata poca attenzione alle circostanze personali e in cui “il potenziale dei dipendenti è sottoutilizzato”.

Il ministro accetta consigli

Per arrivare a una nuova organizzazione e cultura, la polizia deve lavorare sodo, ha affermato il ministro della Giustizia Dilan Yesilgöz in risposta al consiglio, che ha quindi adottato. “Oggi offriamo ai dipendenti di polizia chiarezza sul futuro dell’unità nazionale. Questo è un passo importante verso un’organizzazione più focalizzata con un profilo riconoscibile, in grado di gestire i problemi di sicurezza di oggi”.

READ  Libero - Jack Ma potrebbe prendere il controllo dell'Impero Suning. Inter? Nel caso…

Il capo della polizia Henk van Essen parla di una “fase successiva” dopo l’ultima riorganizzazione su larga scala, che ha portato alla formazione della polizia nazionale nel 2013. “I cambiamenti all’interno dell’unità nazionale interessano l’intera forza di polizia”, ​​afferma Van Essen. . “Se non altro perché tutte le unità beneficiano del buon funzionamento delle nuove unità nazionali e lavoreranno a stretto contatto con loro.

Per attuare la riforma, Van Essen deve presentare un piano di transizione entro e non oltre il 1 ottobre di quest’anno. Yesilgöz ha chiesto al comitato Schneiders di supervisionare il cambiamento culturale.

Stai pensando al suicidio? Non sei solo. Contattare il 113 Prevenzione del suicidio all’indirizzo www.113.nl oppure chiama il 113 (tariffa locale) o lo 0800-0113 (gratuito).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.