Uno sciatore olandese (28) muore tra una valanga in Svizzera, trascinato davanti ad amici |  All’estero

Uno sciatore olandese (28) muore tra una valanga in Svizzera, trascinato davanti ad amici | All’estero

Un olandese di 28 anni è morto lunedì a seguito di una valanga nel sud della Svizzera. La vittima era fuori pista con altre due persone a un’altitudine di circa 3.000 chilometri. Lo ha fatto vicino al villaggio svizzero di Nendaz, vicino al confine con l’Italia e la Francia.

Il trio è stato sorpreso da una valanga intorno a mezzogiorno, subito dopo aver raggiunto la popolare vetta Louettes Econdouè. Uno di loro, l’olandese di 28 anni, è stato trascinato con forza enorme. I suoi amici lo hanno rapidamente tirato fuori dalla neve e hanno allertato i servizi di emergenza.

L’olandese ha ricevuto cure mediche ed è stato rianimato sul posto dai soccorritori. Ogni aiuto è stato però vano: l’uomo è morto sul colpo a causa delle ferite riportate. Le autorità svizzere hanno aperto un’indagine sull’incidente, ha confermato la polizia locale.

Nendaz è un villaggio con molti ristoranti e bar nel comprensorio sciistico delle 4 Valli ed è generalmente molto popolare tra le famiglie olandesi. Nendaz è situato in posizione centrale; anche altre stazioni sciistiche come Thyon 2000, Veysonnaz e Verbier sono rapidamente accessibili dalle piste, conoscere Wintersport.nl.

Vittime mortali

Le valanghe in Austria, Svizzera e Italia sono comuni. Solo sulle Alpi francesi negli ultimi dieci giorni sono state segnalate non meno di 36 valanghe. Nel febbraio di quest’anno, almeno dieci persone sono state uccise da una valanga. Nel Tirolo Orientale, ad esempio, un autista di spazzaneve di 59 anni è stato trovato morto sotto una massa di neve. Inoltre, il corpo di uno sciatore di 62 anni scomparso è stato trovato sotto la neve a Kaunerberg e i corpi di due sportivi invernali di 29 e 33 anni sono stati trovati a Sankt Anton am Arlberg, secondo quanto riferito dall’agenzia di stampa APA.

READ  Almeno nove morti per alluvione nel nord Italia, la fine non è ancora in vista | All'estero

Sono stati uccisi anche uno sciatore neozelandese di 17 anni e un tedesco di 55 anni, insieme a un cinese di 32 anni il giorno prima. Avevano tutti lasciato le tracce nonostante gli avvertimenti.

Il livello di allerta di quattro su una scala di cinque in Tirolo non impedisce a molti appassionati di sport invernali di praticare gli sport invernali al di fuori dei sentieri segnalati. I servizi di allerta dei Länder del Tirolo e del Vorarlberg invitano quindi regolarmente gli appassionati di sport invernali a prestare la massima attenzione.

Guarda i nostri video di notizie nella playlist qui sotto:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *