US Open 2020, i risultati: finale di Zverev Thiem, oggi Osaka Azarenka

L’austriaco Thiem ha sconfitto Medvedev 6-2, 7-6, 7-6 e vola in finale a New York, dove affronterà il tedesco Zverev, autore di un prodigioso ritorno (da 0-2 a 3 -2) contro Carreno Busta. Oggi l’ultimo atto del singolare femminile tra la giapponese Osaka e la bielorussa Azarenka, che ha eliminato Serena Williams. Gli US Open in diretta su Eurosport (canali Sky 210 e 211)

Era un matematico che senza questi tre, avremmo assistito a qualcosa di assolutamente inedito per gli US Open: la prima volta di un austriaco (Dominich thiem) nell’ultimo atto di Flushing Meadows e il ritorno di un tedesco (Alexander Zverev) nella finale di New York dopo un’assenza di 26 anni, precisamente dal 1994, quando il grande Michael stich ha dovuto inchinarsi al grande André Agassi, da Las Vegas, California. Ma se per Thiem (n.2 del seeding) sbarazzarsi del russo Daniil Medvedev (3) è stato molto più semplice del previsto (6-2, 7-6, 7-6 e un match mai messo in discussione, nonostante il doppio tie-break), ci è voluta un’impresa titanica a Sascha Z. per recuperare i due l’orrore si contrappone all’inesauribile spagnolo Pablo Carreño Busta, avanti 2-0 in un’ora e mezza di pessima giocata. Non era mai successo al 23enne Amburgo di rientrare dallo 0-2: ci voleva una magica combinazione di dritto + 24 assi per ribaltare l’incantesimo a suo favore, chiudendo le prove 3-6, 2-6, 6-3, 6-4, 6-3 in tre ore e 23 minuti.

La palla per principianti

Era successo solo in un’altra occasione negli ultimi dieci anni che non lo fossero Federer, Nadal il Djokovic gioca la coppa aArthur Ashe Stadium: nel 2014. Un’edizione storica, perché con la contemporanea eliminazione di Nole e Roger nelle rispettive semifinali (silurata da Kei nishikori e Marin Cilic, che in seguito avrebbe vinto il torneo) è stata la prima volta dagli Australian Open del 2005 che almeno uno dei giocatori svizzeri, serbi o maiorchini non ha preso parte a una finale del Grande Slam. “La caduta degli dei” – il titolo più popolare nel settembre di sei anni fa – durava per la lunghezza di una foglia sugli alberi autunnali, e tutti i discorsi sul cambio generazionale sarebbero stati già benedetti a novembre con l’incoronazione di Djoko a re dei maestri. Tutto è tornato più o meno come prima, con alcune parentesi fisiologiche (le vittorie di Andy Murray a Wimbledon, il feat di Stan wawrinka), ma briciole rispetto alla raccolta di trofei accumulata dai Tre Grandi (e oltre …). In breve, per Thiem e Zverev – alla ricerca del vecchio Maggiore, con l’austriaco in vantaggio per 2-1 nella precedente – domenica sarà un’occasione da non perdere …

READ  LIVE MN - Pioli: "Siamo tutti fortemente dalla parte di Milano. Crediamo ancora al quinto posto"

Serena assente, Osaka-Azarenka finale femminile

Parlando di “collezioni”, Serena williams deve rimandare il sogno – diventato quasi una maledizione per la 38enne – di vincere il suo 24 ° Grande Slam e di eguagliare il record di Margaret Court. Questa volta la regina deve rivolgersi all’autorevole ritorno di un magistrato Victoria Azarenka, amica rivale di sempre e madre come lei, capace di cancellare un primo set da incubo con un doppio 6-3 (6-1 senza la storia dell’americana) e di recuperare la finale degli US Open , dove era scomparsa da 7 anni (sconfitta nel 2013 ma anche nel 2012 da Serenona). L’ex numero 1 del mondo – due tornei Australian Open e 21 tornei Showcase – dovrà ora affrontare Naomi Osaka, no. 4 in classifica, che nell’altra semifinale del sorteggio femminile hanno avuto il bel da fare per prendere il sopravvento sulla sorprendente americana Jennifer brady, misura 7-6 3-6 6-3. La giapponese – vincitrice di Flushing Meadows nel 2018 contro la solita Williams – avrà quindi la rivincita del Torneo di Cincinnati lo scorso agosto, quando ha perso prima della partita contro la 31enne bielorussa a causa di un infortunio muscolare in la coscia sinistra. Tre precedenti tra le due finaliste: nel 2016, Azarenka ha vinto a Melbourne; nel 2018 e 2019 i successi di Osaka agli Internazionali di Roma e al Roland Garros.

Us Open, i risultati delle semifinali

Singolare maschio

[5] Zverev (GER) contro Carreno Busta (ESP) [20] 3-6, 2-6, 6-3, 6-4, 6-3

[3] Medvedev (RUS) v. Thiem (AUT) [2] 6-2, 7-6, 7-6

Femmina singolare

[4] Osaka (JPN) v. Brady (Stati Uniti) [28] 7-6 3-6 6-3

READ  Borse in rosso, in attesa del discorso di Powell. A Milano scende DiaSorin. Tariffe in calo nell'asta BoT

[3] S. Williams (Stati Uniti) v. Azarenka (BLR) 6-1, 3-6, 3-6

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *