Usa, la setta QAnon del ‘Messiah’ Protzman che preoccupa Dallas: tra reincarnazioni di Gesù, profezie sui Kennedy e pensieri suicidi

“Io sono Gesù Cristo!”. Mentre il 58enne Michael brian protzman di Seattle, un ex esperto di demolizioni, si proclama la reincarnazione del Messia, qualcuno nella piccola folla che lo circonda svanisce. “Quando l’ho guardato, Mi sembrava di guardare Dio. Era molto potente”, disse in seguito, dopo aver ripreso conoscenza, Randell Moody, un rapper che si fa chiamare online ministro Prym. Da un mese Moody abita nella sua proprietà appena fuori Dallas, in Texas, parte del gruppo di Protzman, i teorici della cospirazione di QAnon imputati invece diomicidio di John Fitzgerald Kennedy partecipa all’annuncio risurrezione di suo figlio Jeans junior, è morto in un incidente aereo nel 1999. La maggior parte di loro, tuttavia, alloggia all’Hyatt di Dallas, dove si spostano a grappoli tra la hall e la sala convegni cercando di decifrare codici alfanumerici. Protzman li convinse che potevano fare previsioni basate su gematria, una dottrina numerologica della tradizione cabalistica ebraica che fondeva con brani del Bibbia e con il cuore escatologico della teoria del complotto QAnon. Combinazione di lettere e numeri secondo il metodo dell’occultista inglese Alaïster Crowley, Protzman predice, di volta in volta, la data della ricomparsa di Kennedy Jr. che, tornato in vita, sosterrebbe Donald Trump nel biglietto presidenziale delle prossime elezioni.

“Sono pazzi”, scrivono nei gatti Telegramma altri membri di QAnon. L’ipotesi è anche troppo bizzarra ed estrema per i loro standard, sognano tribunali militari presieduta dall’ex presidente giustiziare politici e star di sinistra dedicato, credono, a tratta di minori e riti satanici nel seminterrato delle pizzerie di Washington. Anche i tradizionali teorici della cospirazione kenioti, che si incontrano a Dallas ogni anno nell’anniversario dell’assassinio di Jfk, ne hanno una bassa opinione. Kris Millegan, uno dei relatori alla conferenza Plot to Kill the President, ha incontrato i millenaristi di QAnon mentre pregavano, cantavano e brandivano i gadget di Trump e Kennedy Jr. e si convincevano che fossero gli strumenti involontari di un’operazione psicologica di una società segreta.

READ  Stati Uniti e Trump-Biden si scontrano sull'immigrazione al confine messicano - ultime notizie

A differenza dell’originale QAnon, il culto dissidente formato da Protzman tuttavia non coltiva fantasie violente ed è organizzato in un modo da cima a fondo, con un leader carismatico che guida le loro scelte. Lo scorso marzo, sotto lo pseudonimo di Negativo48, Protzman ha creato un canale Telegram che è cresciuto rapidamente fino a superare 100mila iscritti. Curiosamente, il primo articolo è stato pubblicato il giorno dopo la sua notifica di preclusione. Baia federale, su cui pendono pagamenti in ritardo per quasi 50mila dollari.

Nonostante un passato da sincero complottista – al Il tempo di Seattle l’ex cognata ha raccontato la sua abitudine di ascoltare odio le radio, stazioni radio americane focalizzate sulla trasmissione estremismo di destra e teorie del complotto -, Protzman approfitta della credulità dei suoi discepoli per sollecitare donazioni. Lui chiede soldi per vitto e alloggio a Dallas, anche per il abiti da ballo che sarà indossato nei festeggiamenti per il ritorno di Kennedy Jr. C’è chi ha regalato al gruppo 200mila dollari, chi ritiene ritirare i propri fondi pensione.

Delle quasi 1.000 persone che hanno seguito Protzman a Dallas, prendendo voli dagli angoli più remoti degli Stati Uniti, molti da allora lo hanno abbandonato per motivi finanziari. Non potevano più permettersi di sopportare l’onere economico di profezie fallite. Dopo la fallita resurrezione di John John alle 12:29 del 2 novembre, in concomitanza con l’omicidio di suo padre e nello stesso luogo in cui fu ucciso nel 1963, Protzman condusse i suoi genitori a un concerto di Pietre rotolanti. Trecento dollari per una banconota con una nuova promessa messianica: dietro le fattezze dei membri del gruppo, assicura, c’erano diverse celebrità decedute, tra cui Michael Jackson, Principe e lo stesso Jfk Jr., ora sostituito da Keith Richards. Indipendentemente dalle difficoltà economiche che i suoi seguaci devono affrontare, Protzman li incoraggia anche a intraprendere investimenti rischiosi, venire comprare dinari iracheni e dong vietnamiti, per prepararsi a un terrificante crollo della valuta globale e così arricchirsi speculando sulla catastrofe.

READ  2000 parata contro le misure del governo

Alla rivista pietra rotolante i parenti del Kennedian QAnon hanno espresso la loro preoccupazione, non solo per il degrado dei beni personali e familiari, ma soprattutto per la ripercussioni psicologiche di delusione collettiva. Hanno paura di non rivedere mai più i loro cari. Rispetto al 2 novembre, gli iscritti a Protzman sono costantemente diminuiti, ma come mostrano i video pubblicati sabato 4 dicembre nel Dealey Plaza di Dallas, ci sono ancora decine di persone, soprattutto donne, allegramente vestite da comitato di benvenuto: magliette rosse con i volti di Trump, Jfk e Jfk Jr. e una bizzarra scatola di cartone con la testa del presidente Kennedy. “Se sei stato a Dallas per settimane aspettando il ritorno di Jfk Jr. e Michael Jackson, cosa farai quando tornerai a casa dalla tua famiglia?” Dici: “Scusa, ho sbagliato? “No, insisterai”, ha detto il ricercatore QAnon Marc Rothschild intervistato da Notizie di Dallas. “Più la situazione progredisce e affonda, più è difficile uscirne. Questo è quando la possibilità di fai del male a te stesso e agli altri“.

Per preoccuparsi di meno, paradossalmente, contenuto antisemita che Protzman cerca di trasmettere su Telegram: documentari su Hitler e Film di negazione chi rivede il seconda guerra mondiale, buttandolo a terra come un cospirazione degli ebrei comunisti contro i nazisti innocenti. Per ora il gruppo di Dallas è pacifico e collaborativo e nemmeno l’ufficio locale delFBI nato lì Polizia Stradale, contattato da Vice News, hanno rilevato attività sospette o illegali. Al contrario, ci sono altri due motivi di preoccupazione. Il primo è il sottovalutazione della pandemia. Nei giorni scorsi, molti di loro hanno confessato di aver gusto e olfatto persi. Protzman, no-vax come tutti i QAnon, ha detto loro che la cupola d’élite del Nuovo ordine mondiale usa tamponi molecolari per cercare il DNA della linea di sangue di Gesù e Maria Maddalena, di cui si dice siano gli stessi Kennedy.

READ  "Non è necessario tornare a scuola il 7 gennaio"

Il secondo motivo di preoccupazione è l’influenza di Protzman sulle persone che lo circondano. Il suo cerchio più vicino è bacia l’anello che porta al dito, come un dio, e tutti gli obbediscono a comando: in alcune foto si vedono i suoi sostenitori meccanicamente allineati in fila indiana sulla Dealey Plaza, mentre lui, apparentemente con un uccellino sulla spalla, indica loro, uno per uno, la sagoma di una piramide, simbolo inquietante di illuminati, in realtà niente più che la sommità triangolare del grattacielo più alto della città. La gente di Dallas, che è andata in piazza per una risata, è tornata spaventata, sconvolta dalatmosfera settaria. “Dobbiamo sperimentare la morte fisica per lasciar andare l’ego, vai dall’altra parte e incontra la verità, “I seguaci di Protzman iniziarono a suggerire in quella che sembra, a tutti gli effetti, la spiegazione di pensieri suicidi. Lo stesso Protzman ha postato su Telegram uno screenshot di un’app di navigazione mostrata come destinazione finale Waco, Texas, dove nel 1993 74 persone, compresi bambini, sono morti in un incendio, forse collocato dall’interno, durante l’assedio dell’FBI al rifugio del culto David Koresh. Iniziata con una farsa, la storia di chi attendeva la resurrezione di John Kennedy Jr. rischia di finire in tragedia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *