Vaccini Covid, c’è un limite: annunciata la nuova strategia

Una nuova strategia per sviluppare i prossimi vaccini Covid: il parere del virologo Broccolo







io vaccini contro il coronavirus hanno permesso di ridurre significativamente contagi e decessi in tutto il mondo, Italia compresa, ma hanno un limite: consentono, in rari casi, di grasso di renna. Per questo gli scienziati hanno deciso di sviluppare una nuova strategia, come emerso da un’analisi pubblicata sulla rivista Nature da Ed Lavelle e Ross Ward, entrambi del Trinity College di Dublino. Il nuovo obiettivo viene perseguito anche in Italia, nonostante i tempi necessari per la realizzazione non siano ancora maturi, ma l’attenzione del mondo scientifico è alta.

Il nuova nuova strategia per combattere il coronavirus, come ha spiegato il virologo all’Ansa Francesco Broccolo, consiste nello sviluppo di vaccini in grado di bloccarne le principali vie di ingresso nell’organismo, ovvero nel membrane mucose.

Il professore dell’Università degli Studi di Milano Bicocca ha osservato: “Tutte le piattaforme vaccinali utilizzate finora sono iniettabile per via intramuscolare e portare ad a risposta in termini di produzione di anticorpi e cellule T di memoria sistemica e non localmente alle porte del virus”.

In altre parole, gli attuali vaccini anti-Covid-19 vengono somministrati per iniezione intramuscolare e per questo agiscono stimolando l’immunità nel sangue e quindi a livello sistemico in tutto l’organismo.

Stefano Vella, specialista in malattie infettive dell’Università Cattolica di Roma, ha aggiunto che “non è strano che alcune persone immuni si siano reinfettate”. Questo accade perché “quando il virus riesce a infettare le mucose il sistema immunitario si riattiva, ma ci vuole ancora del tempo prima che il virus raggiunga il suo punto di ingresso, e nel frattempo il virus si sta moltiplicando”.

READ  Fotografie degli astronauti della ISS della nave "Ever Given" arenata nel Canale di Suez

Secondo i due esperti, la soluzione è quindi guardare all’esperienza contro il virus dell’influenza H1N1 responsabile della pandemia del 2009. spray nasale – concluse Broccoli – erano particolarmente adatti a bloccare l’ingresso del virus nelle mucose“.



Virgilio Notizie | 07-08-2021 21:33



Covid, ricoveri e decessi: quanto rischiano di più i non vaccinati

Fonte foto: ANSA

Covid, ricoveri e decessi: quanto rischiano di più i non vaccinati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *