Erediti i talenti dei tuoi genitori?  Sì, ma meno di quanto pensi – Wel.nl

Erediti i talenti dei tuoi genitori? Sì, ma meno di quanto pensi – Wel.nl

Se prendi buoni voti a scuola o sei la stella del campo di calcio, le persone puntano subito il dito contro i genitori: mamma o papà erano così bravi. Ma quanto sono ereditari i tuoi talenti?

Beh, per essere precisi: l’intelligenza è ereditaria per il 50%, la massa muscolare dal 60 all’80%. “Ma non stiamo parlando di ereditare un gene specifico per, diciamo, musicalità, intelligenza o sportività”, afferma il genetista della VU Philip Jansen. alla ricerca. Centinaia di geni sono responsabili dell’intelligenza. “Contribuiscono alla tua capacità di concentrazione, al tuo orientamento spaziale o alla velocità con cui memorizzi nuove informazioni”, afferma Jansen.

È quindi possibilissimo che tuo padre sia un insegnante o un calciatore di alto livello, ma che ti manchi completamente questo talento, e viceversa. Inoltre, ci vuole più dell’abilità per andare lontano in una certa area. “Chiunque abbia ereditato un corpo grande e forte, oltre a una predisposizione per una buona coordinazione occhio-mano, può teoricamente diventare un buon giocatore di basket. Ma ciò accadrà solo se i tuoi genitori avranno la volontà e la capacità di portarti al basket allenarsi ed esibirsi essendo lì.C’è un campo da basket nelle vicinanze “, dice Jansen.

Inoltre, il fatto che ti piaccia o meno lo sport gioca un ruolo. Perché non importa quanto tu sia bravo, se non ne hai voglia, non avrai mai la motivazione per raggiungere la vetta. Perché anche se hai talento, devi comunque lavorare molto duramente per usare quel talento. Jansen: “Il talento che erediti determina in parte quanto velocemente progredisci e quale livello puoi raggiungere con tutta quella pratica”. Ma devi ancora esercitarti.

READ  Puoi farlo

E in realtà, è un bene che i tuoi geni non raccontino tutta la storia. “Anche chi non ha i propri geni con sé può prosperare nell’ambiente giusto. Il tuo DNA non determina il destino”, conclude il genetista.

Fonti): Ricerca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *