Wall Street registra la più grande perdita settimanale dall’inizio della crisi della corona |  ADESSO

Wall Street registra la più grande perdita settimanale dall’inizio della crisi della corona | ADESSO

I mercati azionari statunitensi hanno avuto la loro peggiore settimana sul mercato azionario da marzo 2020. L’ampio indice S&P 500 ha chiuso venerdì in calo del 5,8% rispetto alla settimana precedente. Questa è la più grande perdita settimanale a New York dall’inizio della crisi della corona.

Il forte aumento dei tassi da parte della Federal Reserve degli Stati Uniti, avvenuto mercoledì, ha suscitato malinconia tra gli investitori. Ciò ha alimentato i timori di una contrazione economica. La banca centrale si è dichiarata pronta ad accettare una recessione e un aumento della disoccupazione per contenere l’inflazione elevata.

Il rapido aumento dei tassi di interesse è sempre percepito come un fastidio dagli investitori. Tassi di interesse più elevati sono dannosi per gli investimenti più rischiosi come le azioni.

Il presidente della Federal Reserve Jerome Powell ha sottolineato venerdì che la Fed è seriamente intenzionata a ridurre al 2% il deprezzamento della valuta nella più grande economia del mondo. I principali indicatori si sono chiusi con risultati contrastanti.

L’indice Dow-Jones è sceso dello 0,1% a 29.888,78 punti. Giovedì l’indice principale è sceso sotto i 30.000 punti per la prima volta da gennaio dello scorso anno. Per l’S&P 500, c’è stato un piccolo vantaggio nell’ultimo giorno di negoziazione della settimana, in rialzo dello 0,2% a 3674,84 punti. L’indicatore della tecnologia Nasdaq ha guadagnato l’1,4% a 10.798,35 punti, dopo che i prezzi sono aumentati del 4% il giorno prima.

Adobe è sceso di oltre l’1% durante il fine settimana. La società di software ha dato una prospettiva deludente per il resto dell’anno. US Steel, a sua volta, ha aggiunto poco meno del 2%. Il produttore di acciaio ha emesso una prospettiva migliore del previsto per il trimestre in corso. L’azienda sta beneficiando dell’aumento della domanda e dell’aumento dei prezzi dell’acciaio.

READ  Jeff Bezos è il più grande benefattore del mondo: nel 2020 ha donato 10 miliardi di dollari all'associazione no profit e di solidarietà

I negozi online cinesi JD.com e Alibaba sono entrambi quotati a New York e hanno anche attirato l’attenzione. JD.com ha registrato un aumento del 5,2%, ha affermato tramite il CEO Xin Lijun che la società prevede di consegnare pasti. Alibaba è salita di circa l’1% dopo che una possibile IPO di Ant Group, la società di pagamenti di Alibaba, è un passo avanti, secondo un rapporto dei media.

Gli investitori americani si stavano preparando per un lungo weekend. Le porte di Wall Street rimarranno chiuse lunedì a causa di Juneteenth. È la commemorazione della fine della schiavitù negli Stati Uniti.

L’euro valeva $ 1,0496, contro $ 1,0473 alla chiusura delle borse europee all’inizio della giornata. Un barile di petrolio statunitense costa quasi il 7% in meno a 109,68 dollari. Il petrolio Brent è diventato di circa il 6% in meno a $ 113,05 al barile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *