Whoppah guadagna 5 milioni di euro e vuole andare in Francia e in Italia

Whoppah guadagna 5 milioni di euro e vuole andare in Francia e in Italia

I soldi provengono da investitori informali, partire il co-fondatore Evelien Bunnik-Remmelts noto su LinkedIn. Con la capitale, Wappah vuole espandersi nei Paesi Bassi, Belgio e Germania, ed espandersi in Francia e Italia.

Whoppah è un mercato online per design e arte di seconda mano (vintage) di alta qualità. Pensa alle sedie di Charles Eames, alle panche di Artifort e ai tavoli di Philippe Starck. Simile a quello che fa The Next Closet per la moda. L’offerta su Wappah proviene da fornitori di servizi professionali, inclusi creatori come Jan des Bouvrie, e da privati.

Con Whoppah, gli imprenditori Thomas Bunnik ed Evelien Bunnik-Remmelts sfidano piattaforme come Marktplaats e Catawiki. L’obiettivo: diventare la più grande piattaforma di scambio di design in Europa.

Whoppah continua a crescere

Bunnik e il suo partner Remmelts hanno trovato Whoppah al tavolo della cucina. “Eravamo circondati da cose che volevamo vendere, ma volevamo anche comprare cose. Non abbiamo trovato altri mercati interessanti”, hanno detto in precedenza in una conversazione con MT/Spingi. “Abbiamo deciso di concentrarci sul segmento casa e arte. Puoi fare la differenza lì, c’è spazio per la modernizzazione con la tecnologia.

Lo sviluppo della piattaforma è iniziato alla fine del 2018, che è stato avviato a maggio 2019.

Alla fine dello scorso anno, la piattaforma ha raggiunto quasi 10 milioni di euro di fatturato. Un aumento di dieci volte in un anno. Secondo l’imprenditore, il valore medio della transazione è triplicato a 600 euro durante questo periodo. Quest’anno, l’azienda vuole raggiungere un volume di vendite di 1 milione di euro a settimana. Whoppah prevede di superare i 25 milioni di euro di fatturato quest’anno.

READ  Primo caso di suicidio assistito nell'Italia cattolica
whoppah
Poltrone sul mercato del design Wappah. Fonte: whoppah.com

Thomas Bunnik ha venduto la sua precedente attività

Whoppah non è la prima impresa commerciale di Bunnik. Ha fondato il mercato dopo che la sua precedente società, l’asset manager Pritle, è stata venduta a Binckbank nel 2017 per 12,5 milioni di euro. “Dopo aver viaggiato per due mesi e mezzo attraverso il Sud America, era chiaro che volevo fare di nuovo affari. Stavo cercando qualcosa che avrebbe giovato alla società.

Lo stesso Bunnik ha investito mezzo milione di euro nella sua attività e ha raccolto i milioni necessari in diversi round di finanziamento. Daniel Gebler (Picnic) e Guido Fambach (Takeaway), tra gli altri, hanno investito nella sua attività. Le loro esperienze sono utili, dice.

“Ci sono sempre dei limiti a ciò che pensi di poter realizzare. Quindi è positivo se si può attingere all’esperienza di persone come Daniel, che ha portato Picnic da 0 a 8.000 dipendenti, e da 0 euro a una valutazione di un miliardo di dollari”, aveva dichiarato in precedenza. Preventivo.

Bunnik ha recentemente condiviso le sue lezioni di crescita più importanti nella serie di video Scaling Up di MT/Sprout. Ad esempio, ha discusso su cosa preferisce spendere i suoi dollari di marketing e qual è la sfida più grande come leader in un’organizzazione in crescita.

Guarda la conversazione completa con Thomas Bunnik di Whoppah:


Leggi altre lezioni di crescita da imprenditori di successo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *