Affollato nelle stazioni di servizio belghe a causa del calo dei prezzi, ma non ovunque |  auto

Affollato nelle stazioni di servizio belghe a causa del calo dei prezzi, ma non ovunque | auto

Un grande afflusso di “turisti di cisterne” olandesi alle stazioni di servizio belghe nella regione di confine, alla ricerca di carburante più economico. Questa era l’aspettativa, ora che il Belgio ha abbassato le accise su benzina e diesel sabato. Tuttavia, sembra funzionare. Ci sono molte più persone in alcune stazioni di servizio, ma altri riferiscono che non ci sono molti più visitatori del solito.

Da sabato il prezzo alla pompa belga è stato ridotto di 17,5 centesimi di euro al litro di diesel o benzina. Con questo, il governo belga vuole cercare di ridurre gli alti costi del carburante per i belgi. Nei Paesi Bassi, le accise su benzina e diesel diminuiranno solo il 1° aprile, rispettivamente di 17 e 11 centesimi. Ci si aspettava quindi che molte stazioni di servizio nella regione di confine sarebbero state molto impegnate con gli olandesi.

taniche

La stazione di servizio De Children a Ravels, vicino a Tilburg, dove la maggior parte dei clienti proviene solitamente dai Paesi Bassi, sta infatti registrando un’affluenza maggiore del solito. Il distributore di benzina prevede che rimarrà tale anche nel prossimo periodo, fino all’entrata in vigore della riduzione delle accise nei Paesi Bassi. E anche il distributore di Grenspoal a Kinrooi, vicino a Weert, parla di “grande folla”.

“Ora la differenza di prezzo è davvero enorme”, ha affermato il manager, che ha reagito all’aumento acquistando carburante extra, tra le altre cose. Si aspetta che sia impegnato nelle prossime settimane. ,,Quello che sperimentiamo oggi è uguale al nostro giorno di sconto dell’ultima domenica del mese. Mi sento come se anche le persone stessero aspettando; Gli olandesi lo sapevano. La stazione di servizio ha anche ricevuto numerose chiamate in arrivo sabato in merito a tagli alle accise.

READ  Halsema in marcia tranquilla: gli incidenti antiebraici si moltiplicano

Molti olandesi si trovano anche alla stazione di servizio di Umans a Hamont, appena oltre il confine sotto Eindhoven. Inoltre, molti di loro non solo riempiono l’auto, ma hanno anche taniche per trasportare benzina extra.

Molti camionisti

La stazione di servizio Bruynseels Petroleum di Stabroek, vicino a Kalmthoutse Heide, risponde quando gli viene chiesto che non è più affollato del normale e che la maggior parte dei clienti sono olandesi. Il distributore di benzina si aspetta che gli automobilisti belgi che hanno bisogno di fare il pieno di diesel, poiché il diesel ora è più economico in Belgio. Secondo la stazione di servizio, per anni è stato il contrario.

Secondo Ewout Klok, presidente dell’Associazione olandese delle stazioni di servizio, l’affollamento non è poi così grave perché la differenza di prezzo del carburante tra Belgio e Paesi Bassi esiste da tempo. “Sarà temporaneamente un po’ più grande”, dice Klok, che sottolinea che “non farai il pieno per divertimento”. Tuttavia, BETA ha notato la scorsa settimana che molti altri camionisti si stavano riempiendo oltre il confine. Secondo Klok, gli autotrasportatori olandesi possono recuperare le accise belghe. “Fa una differenza significativa”.

Tuttavia, resta da vedere fino a che punto le deviazioni valgano ancora la pena per i privati. Ruud Ritzen, giornalista del Dagblad di Eindhovens, che mettere alla prova la prova, calcola: se include il costo della benzina per il suo viaggio – 70 chilometri – il suo pieno alla fine costa 11 euro in meno. Ma gli ci vollero altre due ore.

READ  Dichiarazione dei redditi 2021: ISTRUZIONI - Quando fare, scadenza, precompilata e tutte le domande frequenti

Guarda i nostri video automobilistici e di mobilità qui sotto:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *