Anna ha trovato “una meravigliosa famiglia ospitante!” », grazie al giornale | Notizie da Zeewolde

ZEEWOLDE — La studentessa di scambio Naima, che, come riportato in precedenza da questo giornale, ha trovato a Zeewolde una famiglia ospitante perfettamente adatta per un’intera stagione scolastica, ha una compagna di classe che ha avuto la stessa identica esperienza. L’italiana Anna (17) è stata menzionata per nome, cognome e foto in un articolo in cui le veniva richiesta una famiglia ospitante, dopodiché la famiglia Lassooy di Zeewolde ha fatto il grande passo e ha annunciato tramite Travel Active Educational Exchange che Anna era la benvenuta. Si è rivelato essere un occhio di bue.

“Avevamo accarezzato l’idea di offrire un rifugio temporaneo a qualcuno che potrebbe averne bisogno”, spiega madre Yordi, “ma prima abbiamo pensato di più alle persone con un background di immigrati, attraverso il lavoro dei rifugiati, qualcosa del genere. Mi capita spesso di confrontarmi con con questi problemi attraverso il mio lavoro presso il comune di Harderwijk, ecco perché. ” Padre Olaf ha tenuto accuratamente il numero di Zeewolde Actueel. “L’articolo di giornale suggeriva un’altra possibilità, e sembrava una buona idea provarla prima”, ha detto Olaf Naomi (10) e Rafael (8) sono molto più giovani, ma, dice Anna, “mi sento completamente a casa e ‘parte della famiglia’; fantastico!”

Anna viene dal villaggio di pescatori di Monopoli, nel sud Italia, in provincia di Bari. Durante un intero anno scolastico, da settembre a luglio, partecipa a 5 VWO al Chr. Groevenbeek College di Ermelo. È molto diverso dall’istruzione secondaria in Italia? “Oh sì, enorme!” disse Anna. “Il ritmo quotidiano è comunque molto diverso, ma penso che la differenza più grande sia nelle lezioni stesse. In Italia sei in una classe, e basta. Sempre nello stesso posto, gli stessi compagni di classe, ecc. Qui, un programma di insegnamento è molto più personale. Per una materia, vai in questo posto, con questi compagni di classe e questo insegnante, e l’ora successiva, tutto potrebbe essere diverso. Molto vario, molto personale.

READ  Interpera: "Il raccolto di pere in Europa sarà nella media quest'anno"

Ama le dinamiche del VWO olandese, come sperimentato da Anna, che probabilmente non sarà l’ultima volta che visiterà i Paesi Bassi per istruzione e studi. Ha in programma di completare i suoi studi pre-universitari in Italia il prossimo anno per poi andare all’università per studiare “Business & Marketing”. “Preferirei fare un master all’estero, e spero che sarà nei Paesi Bassi”. Al momento non è chiaro se la famiglia Lassooy avrà un ruolo in questi piani. “Il tempo lo dirà”, conclude Yordi. “Prima dobbiamo dirci addio la prossima estate, e sarà un po’ difficile. Ma ehi, fa parte di questo”.

Informazione: https://www.travelactive.nl/open-je-wereld/high-school-holland/nederland/een-buitenlandse-student-in-huis/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *