Antonella Clerici: “Torno a mezzogiorno e vi porto nel mio bosco di Arquata Scrivia” – La Stampa

ARQUATA SCRIVIA. Domani 28 settembre, al via il nuovo programma di Antonella Clerici, con collegamenti anche dal bosco di Arquata Scrivia, intorno alla Tenuta Basini di Varinella di Arquata Scrivia, dove abita abitualmente la conduttrice televisiva con il suo socio, l’imprenditore Vittorio Garrone .

Nel promo andato in onda nei giorni scorsi e che qui linkiamo ha coinvolto anche l’ex vicesindaco di Grondona, Alfio Bottaro, che ha interpretato il ruolo del Principe Azzurro e sveglia Antonella Clerici “La bella addormentata”: “Sveglia Antonellina che è tardi ”le sue parole con un bacio porgendogli un piatto di pasta. E lei: “No, non è tardi, è ancora mezzogiorno”.

“È sempre mezzogiorno” è infatti il ​​titolo del nuovo spettacolo di Clerici. Trasmissione che illustra in un’intervista all’Ansa che qui riportiamo.

“Anni, esperienza, programmi non contano: è sempre come il primo giorno di scuola. Tradotto lo faccio di seguito ”. Antonella Clerici, volto storico e amatissimo del pubblico televisivo Rai, con l’ironia e la genuina umiltà che l’hanno sempre contraddistinta, dopo “quasi due anni di pausa” torna in diretta, nella “sua” comfort zone, il fascia oraria (dalle 12 alle 13.30) con il nuovo programma giornaliero dell’ammiraglia del servizio pubblico: “È sempre mezzogiorno”. E in studio con lei ci sarà l’atmosfera di questo bosco che circonda la casa dove abita, ad Arquata Scrivia.

In una conversazione con l’ANSA parla del programma: “Lo studio è a Milano in via Mecenate, ma volevo davvero che le immagini – grazie alle finestre che avevamo costruito – fossero immagini dal vivo, grazie alle telecamere installate in loco presso il valle con il verde in cui abito (tornerà a casa dopo la trasmissione di sua figlia e del suo compagno tutti i giorni) ”.

READ  Fatture sospese: le faq sul reddito

Ha perso un programma?

“Ho fatto anche qualcos’altro. Mi mancava soprattutto il contatto diretto con il pubblico. Chatta, sii presente, accogliente. Penso sia importante soprattutto dopo il periodo difficile che abbiamo attraversato. In effetti, ho fatto molto su Instagram dal vivo, perché parlare al pubblico è commovente per me e anche per gli altri. Sono un amico da molti anni. Il programma ha elementi nuovi, non c’è gara di cucina, questo è il mio soggiorno, dove vengono a trovarmi vecchi amici o nuovo cibo, ma anche parenti locali di varie regioni. Si scontrerà con vari argomenti, dal cibo all’attualità ”.

Quali nuovi elementi ci sono “Giochi telefonici”. Ma non è un po ’80?

“L’hanno detto ma è diverso, proprio perché siamo in un momento in cui tutto è immediato, io volevo restituire la gentilezza, rompere la prepotenza che a volte ci divora, e noi no non abbiamo tempo per accorgercene, o volgarità troppo spesso usata senza motivo. Ho riportato i giochi per entrare in contatto con il pubblico, che non può essere in studio. Per questo ci saranno vincitori in ogni puntata che riceveranno una cucina e una pentola per aumentare ”.

La scenografia rappresenta un bosco ma c’è una pennellata che lo contraddistingue?

È vero è molto colorato, c’è il rosa, il pesca… ma è un segno di speranza dopo questo periodo buio per guardare positivamente al domani ”.

Tra le novità anche Lorenzo Biagiarelli, compagno di Selvaggia Lucarelli che fa il cuoco.

“Durante il blocco mi ha aiutato, sono stato rifiutato dai social media, in particolare Instagram mi ha aiutato con le trasmissioni in diretta. Ho scoperto un professionista molto ben informato sui prodotti. La sua presenza sarà quella di raccontare un prodotto, un viaggio ogni volta ”.

READ  LIVE TMW - Siviglia-Roma, le formazioni ufficiali: Suso e Zaniolo sono i proprietari, Ibanez è in difesa

Tuttavia, il programma avrà come filo conduttore la cucina e l’attualità. Ma ci sarà un tavolo fisso?

“Ovviamente, come in tutte le case che si rispettano, figuriamoci se può mancare ogni giorno nella mia”

Tornerà anche lei con The Voice?

“Sì, dopo Tale e Quale, ci vuole tempo, ne parleremo dopo, quello che mi piace è che sarà per i senior … ci rivolgeremo al talento degli over 60. Quindi per chi ha ancora qualcosa da dire nella vita. Sarà un programma che li chiamerà per compensare la loro mancanza di ambizione, dando loro la possibilità di rimettersi in gioco. Non dimentichiamo che i gruppi più colpiti dalla serrata sono stati proprio quelli di giovani diversamente, ai quali vorrei quindi ridare gioia ”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *