Blog dal vivo |  Russia: “L’Ucraina lancia missili da crociera britannici su Luhansk”

Blog dal vivo | Russia: “L’Ucraina lancia missili da crociera britannici su Luhansk”


Forse un altro aereo ed elicottero russo abbattuto

The Guardian riferisce che ci sono rapporti non confermati secondo cui un altro aereo russo e un elicottero si sono schiantati. I canali Telegram di Mosca hanno riferito che anche un jet da combattimento SU-35 è stato abbattuto, insieme a un secondo elicottero Mi8. Non è chiaro se i due aerei ei due elicotteri siano stati abbattuti dal fuoco amico o se gli ucraini abbiano sparato contro di loro dei razzi.


L’Italia assicura pieno sostegno all’Ucraina

Il premier Giorgia Meloni ha promesso il pieno sostegno dell’Italia all’Ucraina per respingere la “brutale e ingiusta aggressione” della Russia. In un discorso a fianco di Volodymyr Zelensky, il primo ministro Meloni ha affermato che l’Italia continuerà a fornire armi all’Ucraina e a sostenere il suo Paese per tutto il tempo necessario. “Scommettiamo sulla vittoria dell’Ucraina”, ha detto Meloni.


Il presidente Zelensky a Berlino domenica

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky visiterà la Germania domenica. Lo hanno riferito fonti governative tedesche a diverse agenzie di stampa. Il presidente atterra a Berlino in mattinata. Zelenskyj molto probabilmente incontrerà lì il cancelliere tedesco Olaf Scholz e il presidente tedesco Frank-Walter Steinmeier. Sabato è stato annunciato che la Germania stava preparando il più grande pacchetto di armi per l’Ucraina fino ad oggi. Si tratta di aiuti militari pari a 2,7 miliardi di euro.

Secondo l’agenzia di stampa tedesca Dpa, il presidente ucraino si recherà domenica ad Aquisgrana per ricevere il prestigioso Premio Carlo Magno. Il premio viene assegnato ogni anno dal 1950 a persone impegnate per l’unità europea. La Germania diventa il nono paese a visitare Zelensky dall’invasione russa del suo paese. In precedenza, è andato a cercare supporto negli Stati Uniti, nel Regno Unito e recentemente è stato nei Paesi Bassi.


Un elicottero e un aereo russi si sono schiantati vicino al confine ucraino

Un elicottero russo e un jet da combattimento si sono schiantati sulla regione di Bryansk, al confine con l’Ucraina. Lo riporta l’agenzia di stampa russa Tass.

Secondo la TASS, il motore dell’elicottero ha preso fuoco e l’aereo è precipitato. Tuttavia, un video in circolazione insinua che l’elicottero sia stato abbattuto da un missile. Il filmato, che non è stato verificato, mostra come l’elicottero prima sia esploso a mezz’aria e poi sia precipitato rapidamente. Le autorità russe non hanno confermato che si trattasse di un attacco. Anche l’Ucraina deve ancora rispondere all’incidente. Si tratta di un elicottero Mil Mi-8, un tipo utilizzato dall’Unione Sovietica e poi dalla Russia a partire dagli anni ’60 per scopi sia civili che militari.

READ  Van der Burg infastidito per rifiutare i richiedenti asilo Italia

A proposito di cosa c’è il caccia SU-34 arrivato, non si conoscono ancora i dettagli e non è ancora stata fatta alcuna comunicazione. Il Sukhoi SU-34 è un aereo da combattimento ampiamente utilizzato dall’esercito russo.

Still dal video di Telegram dell'elicottero che esplode a mezz'aria, pubblicato dall'agenzia di stampa russa TASS
Still dal video di Telegram dell’elicottero che esplode a mezz’aria, pubblicato dall’agenzia di stampa russa TASS (Telegramma)

Il presidente Zelenskyj in visita di Stato in Italia

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky è arrivato in Italia per colloqui con il premier Giorgia Meloni, il presidente Sergio Mattarella e papa Francesco. Questa è la sua prima visita in Italia dall’invasione della Russia del 24 febbraio. L’Italia sostiene pienamente l’Ucraina nella sua resistenza all’invasione russa, ha detto il capo dello Stato italiano dando il benvenuto a Zelenskyj nella sua residenza a Roma.

“È un onore darvi il benvenuto qui a Roma”, ha detto il presidente Sergio Mattarella a Zelensky in una dichiarazione trasmessa dalla televisione italiana. “Ho chiesto di rivederti dopo la nostra conversazione di anni fa, anche se in questo stato diverso siamo completamente dalla tua parte”, ha detto Mattarella.


Sudafrica: l’ambasciatore americano ritira l’accusa di consegne di armi alla Russia

Il ministero degli Esteri sudafricano ha affermato che l’ambasciatore statunitense si è scusato “senza riserve” per la sua affermazione secondo cui il paese avrebbe venduto armi alla Russia. Giovedì, l’ambasciatore Reuben Brigety ha affermato che una nave russa era stata caricata di munizioni e armi a Città del Capo lo scorso dicembre. Lo riferisce la Bbc.

Il Sudafrica afferma di non avere dati sulla vendita di armi e il presidente Cyril Ramaphosa ha ordinato un’indagine. Il portavoce della sicurezza nazionale della Casa Bianca ha rifiutato di commentare le accuse venerdì. Brigety ha scritto sui social media dopo il suo incontro con il Dipartimento di Stato che era “grato di avere l’opportunità di (…) correggere qualsiasi falsa dichiarazione creata dalle mie osservazioni pubbliche”.


Tass: L’Ucraina colpisce Lugansk con i missili da crociera Storm Shadow

Le forze ucraine ieri hanno utilizzato due cosiddetti missili da crociera Storm Shadow nel bombardamento di Luhansk, che il Regno Unito aveva annunciato il giorno prima del trasferimento a Kiev. Lo riporta l’agenzia di stampa russa Tass. “Secondo informazioni aggiornate, il 12 maggio 2023, le forze armate ucraine hanno utilizzato due missili da crociera Storm Shadow (prodotti da Regno Unito e Francia) e un missile ADM-160B MALD (prodotto dagli Stati Uniti) durante un attacco missilistico sulla città di Luhansk il 12 maggio 2023”.

READ  E-commerce, consumatori italiani più maturi e multicanale

Polonia: oggetto volante dalla Bielorussia probabilmente pallone di osservazione

Un oggetto non identificato che è entrato nello spazio aereo polacco dalla direzione della Bielorussia era probabilmente un pallone di osservazione. Lo riporta The Guardian sulla base di un tweet del ministero della Difesa polacco. La Polonia, membro della NATO, è in allerta per le violazioni del suo spazio aereo dopo che i missili sono atterrati nel suo territorio a novembre e dicembre.

“L’Air Operations Center ha rilevato un oggetto nello spazio aereo polacco proveniente dalla direzione della Bielorussia”, ha dichiarato il ministero della Difesa su Twitter. Probabilmente è un pallone di osservazione. Il contatto radar è stato perso vicino a Rypin. Un portavoce militare polacco ha detto a Reuters che l’oggetto era ricercato, con le autorità russe e bielorusse non immediatamente disponibili per un commento.


La Slovacchia revoca il divieto di importazione di prodotti agricoli dall’Ucraina

La Slovacchia ha revocato il divieto di importazione di prodotti agricoli dall’Ucraina. Il divieto di importazione, ad esempio, di cereali, ortaggi, miele e frutta è stato imposto dal Paese ad aprile per proteggere il proprio settore agricolo. Il divieto di importazione è stato ora revocato con effetto immediato dal ministro dell’Economia slovacco Karel Hirman. Il divieto è in vigore dal 17 aprile. Era possibile esportare prodotti agricoli dall’Ucraina attraverso la Slovacchia verso altri paesi.

A causa della guerra, l’Ucraina può esportare molto meno grano e altri prodotti agricoli attraverso i porti del Mar Nero. Di conseguenza, più terra sta affluendo nei paesi dell’Europa centrale, esercitando pressione sui prezzi. Per proteggere i propri agricoltori dalla pressione sui prezzi, la Slovacchia, ma anche altri paesi come la Polonia e l’Ungheria, hanno quindi imposto un divieto di importazione.


Gli analisti sospettano che Kiev dispieghi missili a lungo raggio

Gli analisti ritengono che l’Ucraina abbia nuovi missili a lungo raggio, secondo l’agenzia di stampa Reuters. Lo basano su persistenti accuse di attacchi missilistici ucraini sulla città principale della regione di Luhansk, che è lontana dalle posizioni ucraine.

Secondo Reuters, i funzionari di Mosca hanno detto venerdì che i missili hanno ferito sei bambini e un parlamentare russo e danneggiato due fabbriche in disuso a circa 100 km dietro la linea del fronte. Non è stato possibile verificare i presunti attacchi e non vi è stata alcuna risposta ufficiale immediata da parte di Kiev.

READ  I leader europei hanno lasciato il consiglio di amministrazione delle società russe - FM.nl

Der Spiegel: Berlino promette a Kiev il più grande pacchetto di armi mai realizzato

La Germania sta preparando il più grande pacchetto di armi fino ad oggi per l’Ucraina, secondo il settimanale Der Spiegel. Si tratterebbe di aiuti militari pari a 2,7 miliardi di euro.

Der Spiegel riferisce che il pacco contiene trenta carri armati Leopard 1 e venti veicoli da combattimento di fanteria Marder. Inoltre, Berlino sta donando 200 droni da ricognizione, 15 veicoli antiaerei Gepard e 4 sistemi antiaerei Iris. Inoltre, l’esercito ucraino riceverà più munizioni e veicoli corazzati per difendersi dall’esercito russo.


Ministero della Difesa britannico: ritirata disordinata delle unità russe Bachmut

Il ministero della Difesa britannico afferma che il ritiro russo a Bachmut mostra quanto la Russia manchi di “unità combattenti credibili”. Le forze ucraine hanno riconquistato almeno un chilometro di territorio a Bashmut mentre le unità russe si sono ritirate in disordine dalle loro posizioni sul fianco meridionale del fronte di Bashmut negli ultimi quattro giorni.


Zelenskyj: le truppe russe a Bachmut respinte

I soldati ucraini hanno ripreso terreno vicino a Bashmut, ha detto venerdì il presidente Volodymyr Zelensky, mentre Mosca ha riconosciuto che alcune truppe russe avevano lasciato l’area. Gli “sforzi schiaccianti” delle truppe ucraine hanno portato i russi a essere fermati o addirittura “respinti”, ha detto Zelensky sul social network Telegram dopo un incontro con il suo stato maggiore.

Ha aggiunto che in altri settori del fronte la situazione era sotto controllo. “Le nostre truppe sono avanzate di due chilometri nella sezione di Bashmut”, ha scritto il viceministro della Difesa ucraino. Ha aggiunto che nessuna postazione in città era stata abbandonata durante la settimana e che ai russi erano state inflitte pesanti perdite. Un portavoce del ministero della Difesa russo ha riconosciuto il ritiro delle unità russe a nord-ovest di Bashmut, ma lo ha descritto come un riposizionamento per rafforzare le difese.

Dil suo live blog si basa sui rapporti dei nostri corrispondenti e redattori di BNR, The Guardian, ANP, Al Jazeera, Reuters, Associated Press, CNN, BBC, CNBC e Agence France-Presse. Il BNR utilizza anche rapporti online delle agenzie di stampa Tass e RIA Novosti (Russia) e Belta (Bielorussia). Poiché le segnalazioni di tali agenzie non sono verificabili e non possono essere considerate indipendenti, in questi casi viene esplicitamente indicata la fonte delle segnalazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *