Ci muoviamo di meno, è a causa della corona?

Le cifre sono alquanto deludenti: più della metà degli olandesi non fa abbastanza esercizio. L’anno scorso, il 47% di tutti gli olandesi di età pari o superiore a quattro anni ha rispettato le linee guida stabilite dal Consiglio della Salute cinque anni fa.

Queste linee guida richiedono agli adulti di impegnarsi in attività moderata per almeno 150 minuti a settimana, come camminare e andare in bicicletta, o attività vigorose come negli sport competitivi, e di impegnarsi in “attività di rafforzamento muscolare” o osseo” almeno due volte a settimana, ad esempio salire le scale, allenarsi con i pesi o saltare la corda.

Un anno prima, nel 2020, la percentuale di olandesi che rispettavano queste linee guida era leggermente più alta, a quanto pare della ricerca di Statistics Netherlands (CBS) con il RIVM, per il quale le persone hanno completato i questionari. I bambini di età compresa tra i quattro ei dodici anni hanno iniziato a fare un po’ più di esercizio, principalmente perché giocavano di più all’aperto e andavano a scuola a piedi. E anche le persone con più di 75 anni hanno iniziato a camminare di più.

Adolescenti

D’altra parte, gli adolescenti devono ancora soddisfare le linee guida, con solo il 36% dei giovani di età compresa tra 12 e 18 anni che soddisfano le linee guida. “Gli adolescenti sono in giro sul divano”, afferma Tanja Traag, capo sociologa della CBS. Anche le persone tra i 18 ei 35 anni si sono mosse meno l’anno scorso; in particolare pedalavano meno per lavoro e nel tempo libero.

Leggi anche: Gli esseri umani sono fatti per muoversi

Potresti pensare che le misure della corona abbiano avuto un ruolo. La CBS lo lascia nel mezzo. Ma Bas van den Putte, professore di comunicazione sanitaria all’Università di Amsterdam, sottolinea che in particolare i genitori delle giovani famiglie spesso lavoravano da casa e non andavano al lavoro in bicicletta. Nel tempo libero, stanchi della presenza dei bambini in casa, non praticavano né sport né ciclismo. “Non avevano più l’energia per quello.”

READ  A proposito di Marte: per colonizzare il pianeta rosso sarà meglio coprirsi

Anche Eco de Geus non esclude un collegamento a corona. “La ricerca americana suggerisce che questo è il caso”, afferma il professore di scienze del comportamento e dell’esercizio presso la VU University di Amsterdam, che è anche presidente del comitato del Consiglio sanitario che ha sviluppato le linee guida per l’esercizio nel 2017.

Il grado di movimento è distribuito in modo non uniforme e dipende, secondo gli esperti, dalla tua posizione socio-economica. Le persone più istruite esercitano il 10% in più rispetto alle persone meno istruite ed Eco de Geus osserva che questa differenza può essere vista anche tra i nativi e gli olandesi di origine non occidentale.

I ricchi vivono una vita più sana dei poveri, afferma Willem van Mechelen, professore emerito di medicina sociale ed ex insegnante di educazione fisica. “Il contesto determina i comportamenti di salute”, dice. Una vita sana costa denaro. I cibi sani costano più dei cibi malsani. Inoltre, la tua tendenza a muoverti è determinata dal tuo ambiente. È normale fare un giro in bicicletta? O è un comportamento deviante nel tuo ambiente? »

Sport gratuiti tutti i giorni

Dat sociale normen voorschrijven, in reclames en campagne, dat bewegen ‘goed’ is, verhoogt volgens Van Mechelen weliswaar de „kennis” en verhoogt de „attitude” van mensen, maar om mensen echt letterlijk in beweging te krijgen, zijn „gerichte maatregelen” necessario. “Lascia che i giovani si esercitino gratuitamente ogni giorno. Oppure assicurati che i tuoi dipendenti che vivono a tre miglia di distanza mantengano i pedali della bici in funzione e non prendano una e-bike.

Anche il professor Bas van den Putte lo sostiene. “Rendere possibile e soprattutto facile il movimento. Rendi l’esercizio accessibile, conveniente e assicurati che le persone possano farlo insieme. Questa strategia è tanto più necessaria in quanto le persone sono naturalmente inclini a non fare esercizio ea conservare le proprie energie. “In linea di principio, le persone preferiscono prendere l’ascensore per le scale”, spiega Willem van Mechelen.

READ  Hans Kazàn deve stare in ospedale, ma sta meglio

Come governo, non dovresti essere troppo veloce nel dire che lo sport è “divertente”, afferma il professor De Geus. “Alcune persone hanno un dono per lo sport, altre no. Se prometti che l’esercizio è divertente e quella promessa non si avvera, come se si frequentassero solo un po’ mentre corrono in gruppo, allora dicono, non importa. Non dire che l’esercizio fisico è divertente, dì solo che fa bene alla salute.

Leggi anche questo pezzo di opinione dal neuropsicologo Erik Scherder: Esercizio durante l’orario di lavoro – meglio anche per il capo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.