Come un batterio mutato provoca la malattia mangia carne: facciamo chiarezza

Come un batterio mutato provoca la malattia mangia carne: facciamo chiarezza

Un’epidemia di sindrome da shock tossico streptococcico ha colpito il Giappone con un aumento anomalo dei casi registrati in tutto il paese. Fin dall’inizio dell’anno sono stati segnalati ben 517 casi, di cui 88 solo a Tokyo, con un significativo aumento rispetto al periodo dello scorso anno.

La sindrome da shock tossico è causata da un’infezione invasiva da streptococco A e i sintomi includono febbre alta, ipotensione, tachicardia, tachipnea, disfunzione multiorgano e, in alcuni casi, la morte. Le tossine prodotte dai batteri possono causare danni ai tessuti e portare alla formazione di ferite necrotiche.

I focolai di questa malattia sono spesso legati al sottotipo più virulento di streptococco A, il M1UK. Fortunatamente, il trattamento con antibiotici risulta efficace, anche se le tossine possono continuare a causare danni anche dopo l’eliminazione del batterio.

Nonostante la preoccupazione per l’epidemia in corso, è importante sottolineare che il contagio avviene per via aerea o per contatto, ma il streptococco risulta essere meno infettivo rispetto al Sars-Cov-2, il virus responsabile della pandemia in corso.

In Italia, non sono mai stati registrati epidemie significative di sindrome da shock tossico streptococcico, ma è importante rimanere vigili e attenti ai sintomi per prevenire eventuali casi.

READ  Melatonina, non solo per dormire: i molti benefici per il nostro corpo - Hamelin Prog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *