Come va la salute (mentale) di Putin?  “Era sempre paranoico”

Come va la salute (mentale) di Putin? “Era sempre paranoico”



Emergono sempre più interrogativi sulla salute del dittatore russo Vladimir Putin. Sarebbe peggiorato fisicamente e mentalmente. Cosa c’è di vero in queste voci? E cosa fa la guerra a un politico? affari sono ha chiesto Tom Sauer, professore di politica internazionale ad Anversa.


Ascolta qui l’intervista completa del professor Sauer.


Benzina: Una guardia di sicurezza russa, Gleb Karakulov, ha recentemente disertato. Dipinge il ritratto di un Putin paranoico. Ma Putin è un ex agente del KGB ed è sempre stato paranoico. La decisione di entrare in guerra si spiega così. Allo stesso tempo, anche i leader occidentali hanno preso decisioni guidate dalla paura.

  • “Dobbiamo sempre stare attenti a ciò che dicono i disertori. A volte hanno il loro interesse a esagerare le cose. D’altra parte, la maggior parte di ciò che Karakulov ha pubblicato è probabilmente corretta.
  • Tom Sauer, professore di politica internazionale, descrive la situazione: “Anche i nostri capi di governo sono cauti sull’uso dei telefoni cellulari. Guarda cosa è apparso di recente su TikTok. E ci sono altri esempi paranoici nella politica internazionale. Basti pensare al presidente degli Stati Uniti Nixon negli anni 70. Niente di tutto questo è nuovo.
  • “Putin è sempre stato paranoico. Viene dal KGB, dove regna la cultura del segreto. La decisione di andare in guerra si è rivelata un errore di calcolo. Ha a che fare con questa cattiva cultura decisionale, in cui i servizi segreti russi probabilmente non hanno passato le migliori informazioni a Putin.
READ  Gli insegnanti mantovani prenotano AstraZeneca ma il sito regionale parte male

strada infinita

  • Il professore spiega: “Prendere decisioni sbagliate ha a che fare con un gruppo di yes-men. Chiamiamo questo pensiero di gruppo. Non è nemmeno unico per la Russia. Ci sono altri esempi come quando l’America invase Cuba nel 1961”.
  • “Putin potrebbe essere un po’ più spaventato internamente. Paura di un attacco o di un colpo di stato. Di conseguenza, avrà ancora meno contatti interni e sarà quindi in grado di prendere più decisioni sbagliate. Una strada senza fine. (kg)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *