Consiglio di Stato, fermati ai tamponi veloci da farti in farmacia: “Li deve fare il farmacista”

BOLOGNA. I tamponi rapidi in farmacia vanno bene, purché non siano “ fai da te ”: il test antigene va fatto direttamente da personale qualificato, non da chi ha il test stesso, e i farmacisti sono proprio uno di questi. Personale qualificato. Lo indica un decreto del Consiglio di Stato che si è espresso sulla richiesta di legittimità dell’accordo firmato l’11 dicembre tra la Regione Emilia-Romagna e le farmacie per l’esecuzione dei test rapidi in farmacia.

Fino ad ora, le persone che hanno utilizzato i test rapidi per il coronavirus nelle farmacie dell’Emilia-Romagna dovevano prelevare da sole il campione rinofaringeo. L’Ordine dei Biologi si era rivolto al Consiglio di Stato dopo il decreto del 9 febbraio 2021 del TAR dell’Emilia-Romagna, che aveva respinto la richiesta di sospensione della convenzione tra la Regione e gli ordini professionali delle farmacie affiliate per il trasporto di tamponi antigenici rapidi in farmacia.

I biologi hanno rinnovato la richiesta di sospensione, sostenendo che né l’atto fisico del prelievo del campione biologico né la sua analisi rientravano nella competenza dei farmacisti. Tuttavia, con riferimento al caso specifico degli esami effettuati in Emilia-Romagna, i biologi hanno anche dichiarato che il prelievo del campione biologico effettuato materialmente dal paziente, seppur sotto la supervisione del farmacista, non ne garantiva la corretta esecuzione e ha generato il rischio di falsi negativi.

Covid, l’allarme di Pandolfi: “90% di contagi in famiglia”

di Rosario di Raimondo

READ  Il sistema solare, una nuova frontiera per l'alpinismo?



Il Consiglio di Stato ha affermato che il test dovrebbe essere eseguito direttamente da personale qualificato – quindi non di “ fai da te ” – ma ha ritenuto che in questo personale qualificato potesse rientrare anche il farmacista, a dispetto del punto principale sollevato dal Ordine dei biologi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *