Coronavirus, il virologo Fazii sulle vaccinazioni: “Obbligatorio per tutti” [VIDEO]

Redazione
16 luglio 2021 18:34

“Il vaccino obbligatorio per tutti è l’unica arma contro il Covid-19”. A dirlo è Paolo Fazii, direttore dell’Uoc di virologia e microbiologia dell’Asl di Pescara, come riporta l’agenzia Dire.

Secondo l’esperto, non c’è altro modo per evitare di tornare a vedere i ricoveri, e forse anche i decessi, il prossimo autunno.

A una domanda sull’aumento dei casi registrati e se ci sia motivo di preoccupazione in vista della caduta, risponde: “Sì, perché il numero di soggetti asintomatici è ovviamente la percentuale più alta in estate. Non siamo in grado di individuarli facilmente. Aumenteranno sempre di più per poi arrivare nel tardo autunno quando purtroppo il nostro sistema immunitario innato funziona meno bene, quindi molti asintomatici diventeranno sintomatici, alcuni anche gravi. Abbiamo il vaccino quest’anno, ma dobbiamo farlo. Bisogna prendere provvedimenti anche a livello di governo, parlo da medico non posso fare politica sanitaria. Spero che passi la linea delle vaccinazioni obbligatorie, perché ce ne sono tante di obbligatorie. È l’unica arma che abbiamo contro questo virus oltre al distanziamento sociale e tutto ciò che sappiamo bene”.

Il tuo browser non può riprodurre il video.

Devi disattivare il blocco degli annunci per riprodurre il video.

Disattiva audioDisattiva audioDisattiva audioAttiva il suono


Legalmente

Abilita schermo interoDisabilita lo schermo intero

Impossibile riprodurre il video. Riprova più tardi.

Aspetta un attimo

...

Forse questo potrebbe interessarti

...

READ  Ondate di freddo intenso in inverno. Ormai quasi certo tra il 25 e il 30 dicembre

Devi abilitare javascript per riprodurre il video.

Esprimendo la sua comprensione per chi, dopo un periodo così difficile, vuole divertirsi, e in particolare i giovani, aggiunge: e sono ricoverati e in alcuni casi anche deceduti”.

Infine, le parole sui controlli e sul Green Pass “al momento – spiega Fazii – non possiamo che aumentarli in modo significativo. Follow up importante. Solo così si possono trovare i cosiddetti portatori sani, cioè gli asintomatici”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *