Dai supermercati ai barbieri: cosa resta nella zona rossa

Con l’ultimo decreto annunciato dato Giuseppe Conte, gli italiani dovranno affrontare nuove misure restrittive appositamente progettato per contenere infezioni data la stagione delle vacanze. Il governo ha deciso che l’Italia si trasformerà in un’unica grande zona rossa, valida su tutto il territorio nazionale, nei giorni ritenuti più “a rischio”: festività e prefestivi. Pertanto: 24, 25, 26, 27 e 31 dicembre e 1, 2, 3, 5 e 6 gennaio. Il Paese, come per magia, si colorerà di arancione il 28, 29 e 30 dicembre, tra il 21 e il 23 dicembre compresi e il 4 gennaio. Nella zona arancione i negozi potranno alzare le persiane. Ma quali sono le attività che rimarranno aperte anche nella zona rossa?

Negozi aperti nella zona rossa

Durante i giorni della zona rossa, le attività commerciali e di ristorazione dovranno cessare. Tuttavia, ci sono alcune eccezioni all’orizzonte. Dai un’occhiata agli Allegati 23 e 24 del Decreto Natale.

L’allegato 23 tratta del commercio al dettaglio. Di seguito l’elenco delle eccezioni, ovvero i negozi che possono rimanere aperti: commercio al dettaglio in aziende non specializzate con predominanza di prodotti alimentari e bevande (es. Ipermercati , supermercati, discount, minimarket e altre attività non specializzate di vari alimenti), vendita al dettaglio di prodotti surgelati, vendita al dettaglio di esercizi non specializzati di computer, periferiche, apparecchiature per le telecomunicazioni, grandi dispositivi elettronici pubblico audio e video.

L’elenco prosegue con la vendita al dettaglio di prodotti alimentari, bevande e tabacco in negozi specializzati (codici ateco: 47.2), “compresi i negozi specializzati nella vendita di sigarette elettroniche e liquidi per inalazione”. E ancora: vendita al dettaglio di carburante per autotrazione in negozi specializzati, vendita al dettaglio di apparecchiature informatiche e di telecomunicazione (ICT) in negozi specializzati (codice ateco: 47.4), vendita al dettaglio di hardware, vernici, vetri piatti e materiali per costruzione (comprese ceramiche e piastrelle) in negozi specializzati.

READ  Ftse Mib riduce le perdite, FCA in evidenza

L’elenco delle eccezioni e dei servizi personali

Non solo, perché via libera anche alla vendita al dettaglio di articoli igienico-sanitari, alla vendita al dettaglio di macchinari, attrezzature e prodotti per l’agricoltura e al giardinaggio, al commercio al dettaglio di ‘articoli di illuminazione e sistemi di sicurezza in esercizi specializzati, vendita al dettaglio di libri in esercizi specializzati, vendita al dettaglio di giornali, riviste e periodici, vendita al dettaglio di cancelleria e forniture per ufficio, vendita di dettaglio di packaging e scarpe per bambini e neonati.

E poi via libera alla vendita al dettaglio di biancheria personale, articoli sportivi, biciclette e tempo libero in negozi specializzati, auto, moto e relativi ricambi e accessori; giochi e giocattoli in negozi specializzati; farmaci in negozi specializzati (farmacie e altri negozi specializzati in farmaci non soggetti a prescrizione medica); articoli medici e ortopedici in negozi specializzati; cosmetici, profumeria e prodotti a base di erbe in negozi specializzati; fiori, piante, bulbi, semi e fertilizzanti; animali domestici e alimenti per animali in negozi specializzati; apparecchiature per l’ottica e la fotografia; combustibili per uso domestico e per riscaldamento; saponi, detergenti, lucidi e simili; oggetti funerari e cimiteriali; di: prodotti alimentari e bevande; frutta e verdura; pesce; Carne; fiori, piante, bulbi, semi e fertilizzanti; profumi e cosmetici; saponi, detergenti e altri detergenti; biancheria; abbigliamento e calzature per bambini e neonati; di qualsiasi tipo di prodotto realizzato via Internet, televisione, posta, radio, telefono e commercio effettuato tramite distributori automatici.

Per quanto riguarda i servizi alla persona, i servizi di lavanderia e di pulizia per articoli tessili e pellicce, le attività di lavanderie industriali, altre lavanderie, tintorie, servizi funebri e attività connesse, nonché servizi di parrucchiere e salone di bellezza i parrucchieri saranno aperti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *