Dumoulin punta a una partenza strepitosa nel “suo” Giro: “Ritzege e rosa sarebbero fantastici”

Dumoulin punta a una partenza strepitosa nel “suo” Giro: “Ritzege e rosa sarebbero fantastici”

Perché no, Dumoulin non aveva una preparazione ideale. La sua primavera si sta indebolendo da tutte le parti. Ha preso un’influenza persistente, ha saltato un ritiro in Spagna e non ha potuto iniziare a Strade Bianche a causa di un’infezione da corona. Alla fine di marzo smontò da cavallo al Giro di Catalogna. Dopo il corona, ha detto.

Tuttavia, le guance di Dumoulin sono già arrossate all’inizio di aprile al pensiero di partecipare al Giro. Le sue condizioni fisiche sono migliorate, ma stava ancora lottando per il massimo delle condizioni fisiche. In due “gare di casa” – la Volta Limburg Classic (sesto posto) e l’Amstel Gold Race (30° posto) – seguite da un ritiro in altura in Spagna, sperava di ritrovare le sensazioni del 2017.

Appuntamenti importanti

Questo campo di addestramento è andato come previsto. “In queste ultime settimane mi sento molto bene, fino a questo punto. Sono stato in grado di fare quello che avevo in mente per un mese e mezzo”. Soprattutto, quella sfuggente “buona sensazione” fornisce qualcosa a cui aggrapparsi. “Questa è la cosa più importante, ma anche i dati erano buoni”.

Il modesto e realista Dumoulin comincia già a relativizzare e pressare le aspettative. “Comunque la domanda è sempre: riesci a superarti in una gara? So cosa posso fare se sto bene, non ho dubbi. Adesso è importante farlo uscire al momento giusto.”.

READ  Omicidio di Vanessa Zappalà, il padre: "Antonio Sciuto aveva messo il gps nell'auto di mia figlia"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *