Ecco come i dinosauri avrebbero potuto raggiungere la Luna e Marte »Science News

Secondo la teoria avanzata da Peter Brannen, esperto di scienze planetarie nel suo libro “The End of the World”.

I dinosauri, o meglio quello che ne restava, avrebbero viaggiato nello spazio per raggiungere la Luna e persino Marte. Advancing the Hypothesis è un libro “The End of the World”, scritto da Peter Brannen. Nella pubblicazione, il giornalista, specializzato in scienze planetarie, analizza in dettaglio i cinque big estinzione di massa che si sono verificati nel corso della storia del nostro pianeta. Pubblicato nel 2017, il libro è diventato virale nei giorni scorsi dopo la pubblicazione di un estratto sui social. Secondo l’ipotesi eccentrica proposta dal giornalista scientifico Peter Brannen, resti di dinosauri potrebbero aver viaggiato su altri pianeti del sistema solare dopo l’estinzione del Cretaceo-Paleogene circa 66 milioni di anni fa. “Un masso più grande del Monte Everest ha colpito il pianeta Terra, viaggiando venti volte più velocemente di un proiettile. Nella sua discesa quasi istantanea – scrive Brannen nel suo libro – comprime l’aria sottostante così violentemente da riscaldarla più del Sole ”.

Ecco come i dinosauri avrebbero potuto raggiungere la Luna e Marte

In sostanza, il giornalista suggerisce che la collisione abbia spinto i dinosauri, in una specie di catapulta, dentro spazio. Secondo Brannen, l’asteroide ha lanciato enormi volumi di terra nello spazio, insieme a ciò che restava dei dinosauri. Per quanto folle possa sembrare, questa non è la prima volta che a‘ipotesi così stravagante. Nel 2013, gli scienziati della Penn State University negli Stati Uniti hanno condotto uno studio in cui si presumeva che tracce di vita fossero state inviate nello spazio a seguito del collisione di asteroidi. Abbiamo scoperto che la roccia in grado di trasportare la vita è stata probabilmente trasferita dalla Terra e da Marte a tutti i pianeti terrestri del sistema solare.. “Qualsiasi missione per trovare la vita sulle lune di Titano o Giove dovrà prima considerare se il materiale biologico proviene da origine indipendente o il prodotto di qualsiasi sostanza biologica dalla Terra “, ha concluso Rachel Worth, autrice principale dello studio.

READ  un vero ammasso di stelle!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *