Ecco quando muore il Sole: gli scienziati suggeriscono una data e come accadrà questa catastrofe stellare

Gli scienziati hanno stabilito quando il Sole morirà e come ciò porterà alla fine del sistema solare, ma noi non ci saremo più.

Suola (foto Adobestock)

In fondo, stiamo parlando di una stella che, come tutte le altre, ha un ciclo vitale lunghissimo ma con un termine. Ovviamente, tutti i pianeti che gli ruotano attorno scompariranno con esso, ma per allora la vita sulla Terra sarà già scomparsa da milioni di anni. Un team internazionale ha studiato una nuova previsione, originariamente pubblicata su Nature Astronomy e tra gli autori di cui c’è Albert Ziijstra dell’Università di Manchester nel Regno Unito.

Secondo questa teoria, il Sole dovrebbe trasformarsi, nella sua fase finale, in una nebulosa planetaria, una bolla di gas e polvere. Questa ipotesi era stata fatta prima, ma è stata in seguito confutata da altre teorie basate su prove diverse.

Il Sole morirà tra 10 miliardi di anni, ma la nostra fine arriverà prima

Suola (foto Adobestock)
Suola (foto Adobestock)

LEGGI ANCHE: Xiaomi mette in ginocchio l’Apple Watch: ecco la spettacolare proposta del suo smartwatch ricco di funzionalità

Il team di scienziati internazionali afferma che secondo la teoria della nebulosa planetaria, il sole, che attualmente ha circa 4,6 miliardi di anni, dovrebbe vivere altri 10 anni. In 5 miliardi, però, si trasformerà in una gigante rossa: il suo nucleo si restringerà, mentre i suoi strati esterni si estenderanno fino all’orbita di Marte., alla fine inghiottendo anche la Terra. Ma state tranquilli, la vita sul nostro pianeta in questo momento sarà già finita da qualche milione di anni, a causa dell’aumento esponenziale delle temperature, a meno che non sia l’essere umano stesso ad accelerare questa fine. .

READ  una stella oscurata da un oggetto misterioso

LEGGI ANCHE: Supernova mai vista avvistata nel cielo: ecco lo spettacolo mozzafiato

In realtà, la Terra avrebbe solo un miliardo di anni, perché il sole aumenta la sua luminosità del 10% durante questo periodo. La conseguenza sarà l’evaporazione di tutti gli oceani e un aumento della temperatura del pianeta che impedirà la formazione di acqua. Una volta che è diventata una gigante rossa, il destino del Sole non è chiaro. Il 90% di queste stelle diventa a piccola bianca per poi finire in una nebulosa planetaria, è perché quando una stella muore espelle gas e polvere nello spazio: in quel momento l’involucro potrebbe raggiungere la metà della sua dimensione iniziale. Senza carburante, questa stella “morta” si spegnerebbe lentamente, ma entro decine di miliardi di anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *