Elezioni del Consiglio dell’Acqua a picche: in vista la fine dei seggi contadini ‘antidemocratici’ | Politica

Le elezioni per il consiglio idrico sono sul tavolo. Una maggioranza alla Camera dei Rappresentanti sembra sostenere un disegno di legge di D66 e GroenLinks. Gli agricoltori e le organizzazioni di conservazione non avranno più seggi permanenti.

Ogni quattro anni votiamo per i 21 water board del nostro Paese. Tuttavia, alcuni dei seggi non sono liberamente disponibili per le elezioni, ma sono detenuti da agricoltori, imprese e organizzazioni di conservazione. Nell’ottobre 2020, la deputata di GroenLinks Laura Bromet e il membro di D66 Tjeerd de Groot hanno presentato un disegno di legge di un membro privato per modificarlo. Secondo loro, i cosiddetti “posti garantiti” sono antidemocratici e ostacolano il processo decisionale nei consigli che determinano la politica idrica del nostro Paese.

“L’emendamento legislativo mira a democratizzare completamente il consiglio per l’acqua in modo che gli interessi acquisiti del settore agricolo e delle imprese siano equamente bilanciati rispetto ai nuovi interessi emergenti nella gestione dell’acqua”, hanno scritto in una dichiarazione spiegando la loro proposta. Ciò significherebbe un cambiamento radicale nel modo in cui organizziamo la nostra politica idrica.

Seta

La proposta ha incontrato molte resistenze da parte della Camera. VVD, CDA, ChristenUnie, SGP, JA21 e BBB sono fortemente contrari. Credono che i posti sicuri portino esperienza e conoscenza alle tavole idriche. Inoltre, i titolari di posti garantiti spesso pagano la maggior parte della tassa sul water board e possiedono la maggior parte dell’area gestita dai water board.

Tuttavia, una maggioranza minima sembra sostenere la proposta. Durante un precedente dibattito sul disegno di legge del membro privato, il deputato Barry Madlener ha affermato che il PVV era “neutrale”, sebbene il partito pensasse anche che i seggi garantiti “sembrassero nordcoreani”. Sembra che ora abbia cambiato idea. ,,Mi aspetto che il PVV voti positivamente”, condivide Madlener. “Pensiamo che sia una buona idea democratizzare le autorità idriche. I posti sicuri sono uno strano concetto che non pensiamo rientri in un sistema democratico”.

READ  ASTRAZENECA e JOHNSON & JOHNSON NON CONSIGLIATO per 2 CATEGORIE di persone, parla il prof. BASSETTI »ILMETEO.it

Pressione

I water board olandesi sono da tempo sotto pressione. Oltre a criticare i posti a sedere sicuri, alcuni ministri dubitano dell’utilità di un istituto separato che regoli questioni come la purificazione dell’acqua e il livello dell’acqua. La Camera ha già chiesto in passato l’abolizione dei servizi idrici e il trasferimento dei loro compiti alla provincia. Non ha funzionato.

Tuttavia, il compito del consiglio idrico è diventato sempre più importante. A causa del cambiamento climatico, i Paesi Bassi stanno vivendo periodi di siccità sempre più lunghi e più acquazzoni, che portano ad inondazioni. Secondo gli oppositori dei posti sicuri, questo è un motivo in più per abolire il posto riservato agli agricoltori. Ad esempio, gli agricoltori spesso vogliono continuare a irrorare durante una siccità o mantenere bassi i livelli delle acque sotterranee. I fautori dei seggi garantiti sostengono che anche gli agricoltori sono i più colpiti dai cambiamenti climatici.

Guarda tutti i nostri video di politica qui:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.