F1, addio a Carlos Reutemann. La vecchia Ferrari è morta a 79

L’argentino è stato nuovamente ricoverato martedì 6 luglio in seguito alle complicazioni dell’emorragia intestinale che lo ha colpito a maggio.

Le sue condizioni erano peggiorate ieri, a tal punto da rendere necessario il ricovero in terapia intensiva. Oggi, a 79 anni, il mondiale di F1 saluta Carlos Reutemann, ex pilota della Ferrari ai Mondiali 1977 e 1978. I problemi dell’argentino sono iniziati nel 2017, quando gli è stato diagnosticato un cancro al fegato. Anni di lotta contro la malattia che hanno visto peggiorare le sue condizioni negli ultimi mesi, a seguito di un’emorragia intestinale che ha il ricovero lo aveva costretto lo scorso maggio. Dopo essere stato dimissione dopo 17 giorni di ricovero dall’ospedale di Rosario, le sue condizioni sono ulteriormente peggiorate nelle ultime ore fino alla notizia della sua morte.

Durante la sua carriera, Reutemann ha gareggiato in 146 Gran Premi negli anni ’70 e nei primi anni ’80, vincendo 12 gare e conquistando sei pole position. Ha guidato Brabham, Lotus, Williams e Ferrari. Con la casa di Maranello vinse due GP di Interlagos consecutivi nel 1977 e nel 1978, oltre ai due GP degli Stati Uniti (all’epoca a Long Beach in California e Watkins Glen a New York) e al Grand Prix de Grande -Brittany a Brands Hatch . Dopo un breve periodo nel Campionato del Mondo Rally, Reutemann è tornato nel suo paese dove ha iniziato una nuova vita politica, fino a diventare senatore, incarico che ricopre tuttora. Nel 2003, gli fu offerto di candidarsi alla presidenza in Argentina, un’opportunità che Reutemann non accettò.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.